La terza corsia si scontra con il semisvincolo

A2 Lugano-Mendrisio

Il potenziamento dell’autostrada con l’aggiramento di Bissone rischia di scontentare Melano e Maroggia. Con la nuova galleria bisogna spostare un’uscita e le proposte di Berna non convincono i due Comuni

La terza corsia si scontra con il semisvincolo
Il tratto fu inaugurato nel 1967 (foto Putzu)

La terza corsia si scontra con il semisvincolo

Il tratto fu inaugurato nel 1967 (foto Putzu)

Del taglio del nastro si parlerà tra moltissimi anni, ma è adesso che si sta pianificando come concretizzare il potenziamento del tratto dell’autostrada A2 tra Lugano e Mendrisio, il cui progetto è stato ribattezzato con l’acronimo «Polume». È un’arteria che vanta ormai oltre cinquant’anni di storia, dato che fu aperta al traffico il lontanissimo 24 novembre del 1967. Fu uno dei primi pezzi d’autostrada conclusi nel nostro cantone e fu realizzato con una spesa complessiva di 260 milioni di franchi d’allora (circa 20 milioni al chilometro in media).

Gallerie da allargare

Tornando a oggi, c’è da chiedersi quali siano i punti salienti del progetto di potenziamento, alcuni dei quali sono stati discussi non più tardi di una settimana fa in un incontro tra l’Ufficio federale delle strade (USTRA), i...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Lugano
  • 1

    Fiamme al Liceo di Lugano 1

    Lugano

    L’edificio è stato fatto evacuare e i pompieri si sono precipitati sul posto: avrebbe preso fuoco un albero di Natale in plastica

  • 2

    Intrappolato tra il furgone e il muro

    Luganese

    Curioso incidente in via San Gottardo a Massagno: un uomo è rimasto incastrato contro una parete dopo esser sceso dal suo veicolo che si è poi messo in movimento - FOTO e VIDEO

  • 3
  • 4
  • 5

    Malattia mentale, terrorismo o un mix dei due?

    L’analisi

    L’accoltellamento di Lugano porta alla luce anche da noi un dilemma noto nelle città colpite dai lupi solitari - Esperti spiegano i motivi che portano gli estremisti a reclutare persone deboli: «La religioni spesso c’entra poco»

  • 1
  • 1