Le malversazioni milionarie approdano finalmente in aula

Giudiziaria

Alla sbarra al Tribunale penale federale ad anni dai fatti un gestore patrimoniale italiano ex delegato della filiale luganese della banca Hottinger: è accusato di aver pesantemente danneggiato i conti di suoi clienti - A processo anche due suoi collaboratori: su uno si sta tuttora indagando in Ticino

Le malversazioni milionarie approdano finalmente in aula
©CDT/GABRIELE PUTZU

Le malversazioni milionarie approdano finalmente in aula

©CDT/GABRIELE PUTZU

È iniziato e si è subito fermato il processo al Tribunale penale federale di Bellinzona (TPF) a carico dell’ex delegato della filiale luganese della banca privata Hottinger, alla sbarra assieme ad altre due persone. Una di esse era assente ingiustificata (ha presentato in extremis un certificato medico) e la giudice Fiorenza Bergomi ha aggiornato a domani mattina il dibattimento. Sarà in ogni caso una lunga faccenda: sono otto i giorni di processo annunciati, con due di riserva. La sentenza è attesa per il 4 febbraio. E lunga è stata anche la fase istruttoria: i fatti sotto esame vanno dal 2006 al 2014 e l’inchiesta è scattata in Italia nella primavera del 2013. Nel 2019 il Ministero Pubblico della Confederazione (MPC) ha presentato un primo atto d’accusa, rimandato però al mittente dal TPF...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Lugano
  • 1
  • 1