Lucia, vittima del frontale: «Quella notte è cambiato tutto»

Forca di San Martino

Parla la giovane sopravvissuta all’incidente avvenuto a giugno, quando la sua auto è stata centrata da un’altra - Dopo tre mesi in ospedale è tornata a casa con 31 cicatrici: «Ero incredula e arrabbiata, ora sto reimparando a camminare»

Lucia, vittima del frontale: «Quella notte è cambiato tutto»
L’auto di Lucia distrutta dopo il sinistro. © RESCUE MEDIA

Lucia, vittima del frontale: «Quella notte è cambiato tutto»

L’auto di Lucia distrutta dopo il sinistro. © RESCUE MEDIA

Lucia, vittima del frontale: «Quella notte è cambiato tutto»
© RESCUE MEDIA

Lucia, vittima del frontale: «Quella notte è cambiato tutto»

© RESCUE MEDIA

Trentuno sono gli anni che aveva Lucia quando la sua vita è cambiata per sempre. E trentuno sono le cicatrici che colorano il suo corpo di forme spaventosamente nuove e si mischiano a quelle dei tatuaggi. Lucia ora di anni ne ha trentadue ed è sopravvissuta all’incidente avvenuto la notte tra il 9 e il 10 giugno sulla Forca di San Martino, la strada che collega Melide a Paradiso, quando la sua Skoda bianca è stata centrata frontalmente da una Volkswagen guidata da un 18.enne del Mendrisiotto. L’ipotesi più accreditata è che il giovane stesse tentando un sorpasso azzardato ma solo l’inchiesta, ancora in corso, farà luce su quanto accaduto quella notte. Di certo per ora ci sono solo le ipotesi di reato nei confronti del diciottenne: grave infrazione alle norme della circolazione stradale e lesioni...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Lugano
  • 1
  • 1