Lugano, bocciato il progetto vicino al “villino”

Dovranno cambiare piani i proprietari del villino del quartiere Montarina progettato da Americo Marazzi tra il 1910 e il 1920 e inserito nella lista dei beni culturali degni di tutela

Lugano, bocciato il progetto vicino al “villino”

Lugano, bocciato il progetto vicino al “villino”

LUGANO - Dovranno cambiare piani i proprietari del «villino» del quartiere Montarina progettato da Americo Marazzi tra il 1910 e il 1920 e inserito nella lista dei beni culturali degni di tutela. Il Tribunale federale ha respinto il loro ricorso contro l'impossibilità di realizzare un progetto che prevedeva il restauro dello stabile storico e la costruzione, a una manciata di metri, di una casa d'abitazione bifamiliare strutturata su quattro livelli (di cui uno, interrato, avrebbe ospitato un autosilo) e coperta da un tetto piano. Il Municipio aveva rilasciato la licenza edilizia, ma la Società ticinese arte e natura aveva fatto ricorso vincendo al Consiglio di Stato e poi al Tribunale cantonale amministrativo, secondo cui il progetto non s'inseriva in modo ordinato e armonioso nel comparto: un isolato ispirato alle città giardino inglesi. Non ravvisando violazioni del diritto, i giudici di Mon Repos hanno confermato la decisione della Corte cantonale.

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Lugano
  • 1