Lugano ha un nuovo primo cittadino

CONSIGLIO COMUNALE

Michele Malfanti presidente del Legislativo al posto di Giovanna Viscardi - Durante la seduta, il sì ai crediti per la piscina di Carona e il parco Viarno

Lugano ha un nuovo primo cittadino
Stasera durante la seduta del Legislativo, il «passaggio della campanella». ©CdT/Chiara Zocchetti

Lugano ha un nuovo primo cittadino

Stasera durante la seduta del Legislativo, il «passaggio della campanella». ©CdT/Chiara Zocchetti

Un altro passo avanti verso il parco Viarno, futuro polmone verde di Pregassona e di tutta la città. Ieri il Consiglio comunale ha stanziato 2,5 milioni di franchi per la progettazione definitiva (basata sul disegno degli studi Westpol Landschafts Architektur di Basilea e Demattè Fontana Architekten di Zurigo, vincitori del concorso organizzato dalla Città) dopodiché ne serviranno una ventina per la realizzazione. Oltre alla sistemazione dell’area verde, l’opera prevede il recupero conservativo della Casa Rossa e la creazione di giardini tematici con spazi dedicati alla lettura, di un bosco multifunzionale con aree da gioco e di una rete di percorsi pedonali. «Chi la dura la vince - ha commentato Ferruccio Unternährer (PLR) - Ci sono voluti piu di otto anni per arrivare al credito di progettazione, ma va bene così; l’importante è rendere fruibile un nuovo parco di 27.500 metri quadrati che offrirà dei contenuti avvincenti». Sarà il secondo più esteso dopo il Parco Ciani. «Non solo permetterà di avere una nuova area verde - ha aggiunto Benedetta Bianchetti (PPD) - ma anche di ristrutturare Villa Viarnetto riportandola al suo antico splendore e creando spazi per nuove attività commerciali e culturali». Soddisfatto del passo avanti il vicesindaco Michele Bertini, responsabile della Divisione Spazi Urbani: «Questo dossier è diventato una priorità per il Municipio perché abbiamo deciso di mettere al centro la qualità di vita dei cittadini».

Affondata la biopiscina
Il plenum ha anche staccato un assegno da 300 mila franchi per il concorso di architettura che darà il via al rilancio del centro balneare di Carona, ma con un asterisco: non verrà realizzata una piscina naturale. Si tratta di una soluzione che prevede un sistema di filtraggio e purificazione dell’acqua attraverso la fitodepurazione, ma secondo la maggioranza del Legislativo presenta troppi rischi. In particolare, secondo alcuni, sarebbe troppo complicato il ricambio dell’acqua e si rischierebbero chiusure (temporanee).

Secondo Alain Bühler (UDC) «ritrovarsi in piena stagione a dover vietare la balneazione per una concentrazione troppo elevata di batteri, come già successo in Svizzera, sarebbe un cattivo biglietto da visita». PS e Verdi proponevano di non affossare l’idea della biopiscina, ma di commissionare uno studio ad un esperto per stabilire la fattibilità e bilancio ambientale di questa soluzione. «Ma gli studi costano - ha obiettato Ugo Cancelli (PLR) - la Commissione dell’edilizia ha già fatto un lavoro approfondito e bisogna darle fiducia». Da parte sua, la municipale Cristina Zanini Barzaghi ha fatto notare che «con la biopiscina avremmo un risparmio di mezzo milione e costi di gestione decisamente più bassi di quelli attuali». La maggioranza, tuttavia, come si usa dire, ha voluto restare sul classico.

Tocca all’ex sindaco
Le seduta è stata anche l’occasione per un cambio alla presidenza del plenum. A Giovanna Viscardi (PLR) è subentrato Michele Malfanti (PPD), orgoglioso di aver assunto la carica al punto di dover trattenere le lacrime. Malfanti è stato sindaco di Sonvico, ex Comune aggregato. «Arrivo proprio dalla politica aggregativa di Lugano - ha detto - A Sonvico ero il più giovane in Municipio e ricordo con molto affetto e simpatia quell’esperienza; così come i rapporti diretti e senza filtri con l’amministrazione e con i cittadini». Nel suo discorso, tra le varie cose, Malfanti ha invitato a riflettere sulla digitalizzazione della nostra società: un processo accelerato dalla pandemia. «È un cambiamento positivo - ha ammonito il nuovo primo cittadino - a patto che non sostituisca l’incontro, un ambiente di lavoro sano e uno sviluppo sano della società civile».

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Lugano
  • 1

    Due auto e una moto in fiamme a Gandria

    Incendio

    I pompieri sono intervenuti attorno alle 2.30 a lato della strada cantonale, poco prima della dogana - I veicoli erano posteggiati in posti diversi, non si esclude un atto doloso - LE FOTO

  • 2

    «Varese, Como e Lugano unite possono competere con Milano»

    Lo spunto

    La regione, se vista dall’alto, forma una metropoli di 1,83 milioni di abitanti - Il sindaco di Varese Galimberti parla dei rapporti con il Ticino e delle potenzialità, rispetto ai grandi centri, delle città medie - «Però devono collaborare»

  • 3

    Parti di Lugano scottano, ma si possono raffreddare

    Isole di calore

    Città mappata con termocamere: in viale Cattaneo una sera d’agosto alle sette c’erano oltre quaranta gradi, sotto gli alberi a pochi metri una decina in meno - Si studiano possibili soluzioni dai giochi d’acqua a vele, resine e tetti verdi

  • 4

    Lo spacciatore agli inquirenti: «Grazie per avermi fermato»

    Lugano

    Due anni sospesi a un 41.enne a processo oggi che in tre anni ha venduto oltre un chilo di cocaina a diversi acquirenti della zona - L’ha fatto per finanziare il suo consumo, cominciato a causa di una depressione dovuta a una grave malattia - Gli è stato riconosciuto il sincero pentimento

  • 5
  • 1
  • 1