Lugano in un altro pantano: caos sulle naturalizzazioni

IL CASO

La scelta della Lega di «scioperare» dall’esame delle candidature mette in difficoltà i colleghi - La reazione sarà dura o diplomatica?

Lugano in un altro pantano: caos sulle naturalizzazioni
La mela della discordia. © CdT/Archivio

Lugano in un altro pantano: caos sulle naturalizzazioni

La mela della discordia. © CdT/Archivio

Dopo essersi bloccata sul numero dei posteggi da avere alla stazione (problema ancora irrisolto) e sulla cifra da destinare al piano sociale per Lugano Airport (forse in via di risoluzione) Lugano è finita in un altro pantano: quello sulle naturalizzazioni. La decisione della Lega di «scioperare» dai lavori in commissione e di scaricare i propri dossier sul tavolo degli altri membri delle Petizioni ha creato (accantonando per un attimo le questioni politiche) un problema pratico. Cosa faranno gli altri commissari? Si sobbarcheranno il carico abbandonato dai colleghi o utilizzeranno la strategia opposta?Una cosa è certa: a perderci sono i cittadini che hanno avviato la procedura per ottenere il passaporto elvetico e che in ogni caso vedranno allungarsi ancora di più i tempi di attesa. «Ricevo...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Lugano
  • 1

    Il mercatino di Natale di Lugano ci sarà

    eventi

    La decisione del Municipio, che intende consentire «alla popolazione di vivere, seppur con delle restrizioni, l’atmosfera natalizia» - Allestito un preciso piano di protezione per evitare i contagi

  • 2

    Sfitto su e affitti giù? Sì, però...

    L’ANALISI

    A Lugano l’aumento dellle abitazioni vuote alimenta la speranza di trovare una sistemazione a canoni più favorevoli - Gli affitti negli ultimi quattro anni sono calati, ma prima erano cresciuti

  • 3
  • 4

    Radicalismo in Ticino, ombre e casi mai chiariti

    Aggressione alla Manor

    Il nostro cantone è stato crocevia di varie vicende sospette: dai giovani partiti come foreign fighters ai presunti finanziamenti dal Qatar, fino agli scontri legali tra l’imam di Viganello e gli 007 elvetici, che lo accusavano di sostenere la jihad

  • 5
  • 1
  • 1