Maratona online: si corre per il turismo

MONDO DIGITALE

È uno dei momenti del Visionary Day 2020, che trasloca su Internet e si dedica alle aziende

Maratona online: si corre per il turismo
Ragioniamoci insieme, anche da casa.  (Foto Shutterstock)

Maratona online: si corre per il turismo

Ragioniamoci insieme, anche da casa.  (Foto Shutterstock)

Se la pandemia rende difficile organizzare eventi bisogna adattarsi, cambiare formula. Magari cogliendo l’occasione per tematizzare quanto accaduto. È il caso del Visionary Day, organizzato da ated-ICT Ticino e patrocinato da Città, Cantone e Lugano Living Lab. «La seconda edizione sarà tutt’altra cosa rispetto alla prima - ha detto la direttrice di ated Cristina Giotto. – Quello dell’anno scorso è stato un evento per tutti, in presenza, con l’idea di far toccare l’innovazione con mano. Ad esempio con le postazioni dedicate alla realtà aumentata e alla robotica e con gli ospiti che hanno raccontato la loro visione del futuro».

Nel nuovo appuntamento – dal 5 al 9 ottobre – in presenza non ci sarà invece praticamente niente, salvo, l’ultimo giorno, un incontro al Palacongressi limitato ai relatori. Una scelta dettata dal coronavirus, ma non solo: «Ci eravamo comunque detti che rifare la stessa cosa era impossibile, perché da allora nessuno ha reinventato l’acqua calda e sarebbe stato un ripetersi» ha commentato Giotto.

Si è dunque optato per chiudere l’evento e dedicarlo solo ad aziende e professionisti: «Intendiamo offrire loro la migliore piattaforma per aggiornare le loro competenze, fare rete e presentare le loro soluzioni a un target qualificato di imprese». Lo slogan di questa edizione, infatti, è «l’evento digitale per le imprese». Si tratta in sostanza di webinar gratuiti (conferenze online: registrarsi sul sito www.visionaryswiss.ch) gestiti da aziende del settore tecnologico: lo Swiss Blockchain Consortium, per esempio, parlerà di «Come insediare una StartUp blockchain in Ticino».

«Il programma è ancora in via di definizione, ma ci si può già annunciare a più di trenta appuntamenti» ha detto Giotto. «Gli interventi - ha puntualizzato il membro del comitato di ated Davide Proverbio - si snoderanno dalle aree della sicurezza informatica, alla formazione sulle competenze digitali, alla business & digital transformation e al management. Vogliamo presentate soluzioni, strategie e pratiche che possano aiutare le aziende ad affrontare al meglio la ripresa economica».

Tutto ciò, lo ripetiamo, sarà gratis per gli interessati. Una scelta per certi versi sofferta da parte di ated (per la quale l’evento nel 2019 è stato anche una fonte di finanziamento) ma secondo Giotto necessaria, in quanto l’abitudine a pagare per qualcosa che si trova sul web non è ancora abbastanza radicata.

Un’altra novità sarà l’hackaton «Fu-turismo»: una maratona (online) di 24 ore in cui professionisti provenienti da aree lavorative diverse lavoreranno in gruppo su un determinato tema arrivando, dopo un giorno, a proporre un progetto. In questo caso il tema è quello del turismo, con l’obiettivo di generare nuove idee, prototipi e soluzioni, digitali o analogiche. Chi vuole partecipare può annunciarsi su www.fu-turismo.ch. «Al momento stiamo preparando le sfide con cui dovranno confrontarsi i partecipanti - ha detto Giotto. - Contiamo di avere 500-600 persone».

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Lugano
  • 1
  • 1