Nessun licenziamento per i dipendenti del mulino

maroggia

Alla quindicina di lavoratori sono state fornite garanzie fino a fine 2021 - Fonio: «In un mondo di squali ci sono ancora uomini che davanti al profitto mettono i valori»

Nessun licenziamento per i dipendenti del mulino
© CdT/ Chiara Zocchetti

Nessun licenziamento per i dipendenti del mulino

© CdT/ Chiara Zocchetti

Nella tragedia che ha colpito il mulino di Maroggia, distrutto dalle fiamme due settimane fa, c’è per fortuna una bella notizia. Nessuno dei circa 15 dipendenti sarà licenziato.

I lavoratori si sono riuniti in assemblea questa mattina insieme ai titolari del mulino, la famiglia Fontana, e al sindacato OCST. Ai dipendenti sono state fornite garanzie almeno fino alla fine del 2021.

«Sono momenti come quello che ho vissuto stamattina che ti danno l’energia e la forza di non mollare mai, di continuare a lottare per una società più giusta e più equa», ha commentato il sindacalista e deputato del PPD Giorgio Fonio.

«Davanti ad una disgrazia come quella vissuta dall’azienda, il primo pensiero è stato quello di non penalizzare i dipendenti, cercando ogni sistema per non licenziare nessuno.

Vado a letto felice, perché in un mondo di squali ci sono ancora uomini che davanti al profitto mettono i valori», conclude Fonio.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Lugano
  • 1

    Entro sabato il PS sceglierà per che squadra giocare

    Cornaredo

    Il partito ha promosso una votazione interna per stabilire se appoggiare o meno il Polo sportivo - La Direzione suggerisce un sì di massima, ponendo però al Municipio «sette condizioni imprescindibili» - Poi c’è la proposta di Martino Rossi: bocciare il messaggio e far presentare alla Città un progetto meno oneroso

  • 2
  • 3

    Decreto di abbandono per il sacerdote luganese

    Caso Chiappini

    Gli indizi dei reati ipotizzati di sequestro di persona, coazione e lesioni semplici per omissione a danno di una 48.enne non sono stati corroborati – La Diocesi: «Il Presbitero ha ritenuto di dover rinunciare a tutti gli incarichi finora ricoperti, compreso l’insegnamento presso la Facoltà di Teologia a Lugano»

  • 4

    Condannato a 6 anni l’autore dell’accoltellamento

    pregassona

    L’iracheno aveva ferito al volto un connazionale durante un alterco al posteggio dell’Aldi - «Durante tutta l’inchiesta l’imputato è stato incoerente e ha fornito versioni contrastanti, senza mai mostrare un vero pentimento», ha sottolineato il giudice

  • 5

    Lavori in Centro a Lugano: c’è ancora da fare

    SERVONO 3,7 MILIONI

    Il Municipio chiede un nuovo credito per una serie d’interventi alle sottostrutture del Centro dopo gli 8,5 milioni già stanziati - Si tratta di opere necessarie che l’autorità comunale vuole anticipare per essere pronta quando verrà aperto il cantiere del tram

  • 1
  • 1