Operazione “Detoxic” al Parco Ciani di Lugano

Le forze dell'ordine hanno identificato 3 cittadini elvetici che hanno infranto la legge federale sulle sostanze stupefacenti

Operazione “Detoxic” al Parco Ciani di Lugano
Immagine d'archivio

Operazione “Detoxic” al Parco Ciani di Lugano

Immagine d'archivio

LUGANO - Tre cittadini svizzeri sono stati denunciati lunedì per aver infranto la legge federale sugli stupefacenti. I tre uomini sono stati individuati dalle autorità nell'ambito di un'operazione denominata "Detoxic", effettuata oggi presso il Parco Ciani di Lugano (zona Roseto). 

Durante l'operazione la Polizia comunale di Lugano e la Polizia cantonale hanno controllato una trentina di persone e, come detto, tre di loro sono state denunciate per infrazione alla Legge federale sugli stupefacenti. 

L'operazione, precisa la Polizia di Lugano in una nota, "aveva lo scopo di prevenire, controllare e perseguire i reati legati all'uso di sostanze stupefacenti". La polizia cittadina ha inoltre colto l'occasione per ricordare che "questo genere di controlli proseguiranno anche in futuro in tutto il territorio al fine di monitorare, reprimere e contenere il fenomeno dello spaccio e del consumo di sostanze stupefacenti".

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Lugano
  • 1
  • 2
    Melide

    Pompiere da 43 anni, quante ne ha da raccontare

    Il vicecomandante Fausto Faustinelli lascia il Corpo dopo aver spento incendi per più di quattro decenni - Ci racconta gli interventi che più l’hanno colpito, come quella volta che con i colleghi salvò una donna da morte certa

  • 3
  • 4
    tesserete

    Faceva spesa a spese dell’amico

    Condannato a due anni sospesi un 63.enne che era riuscito a ottenere una carta bancaria di un’altra persona, usandola poi per due anni e prelevandovi quasi 120.000 franchi - Aveva anche l’abitudine di chiedere prestiti agli amici, sapendo di non poterli saldare

  • 5
    luganese

    Si è intascato 1,3 milioni di imposte alla fonte

    Condannato a 14 mesi sospesi un italiano cinquantenne, che si è impegnato a restituire il maltolto - È un addentellato ticinese di una presunta grossa truffa ai danni di un fornitore di gas in Italia

  • 1