Origlio, l’acqua del fiume è diventata bianca

intervento

La rottura di un secchio di dispersione ha dato la colorazione al corso d’acqua - I pompieri assicurano: «In queste quantità non è tossica per la flora e la fauna»

Origlio, l’acqua del fiume è diventata bianca
©Facebook

Origlio, l’acqua del fiume è diventata bianca

©Facebook

Origlio, l’acqua del fiume è diventata bianca

Origlio, l’acqua del fiume è diventata bianca

Origlio, l’acqua del fiume è diventata bianca

Origlio, l’acqua del fiume è diventata bianca

Questa mattina i pompieri di Lugano sono stati chiamati ad Origlio, dove diversi cittadini segnalavano che il riale nei pressi del municipio si era colorato di bianco.

La fonte è stata identificata all’interno di una casa privata: a causa della rottura accidentale di un secchio di dispersione le acque del fiume hanno assunto questa colorazione. Gli autori, una volta compreso cosa era accaduto, hanno prontamente segnalato l’evento e hanno subito collaborato con i pompieri.

«Non è possibile recuperare la vernice nel fiume, per questo motivo lo stesso resterà colorato per diverse ore. La dispersione, anche se inquinante, in questi quantitativi non è tossica per la fauna e la flora», fa sapere il Corpo pompieri sulla sua pagina Facebook.

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Lugano
  • 1

    Condannati a tre anni per la truffa risarcita

    Processo

    Pene parzialmente sospese per l’amministratore e il titolare di una ditta di commercio di rottami del Bellinzonese - Avevano spillato oltre 3 milioni di franchi a una ditta di riscossione crediti tramite doppia fatturazione

  • 2

    Lido, quattro milioni per ripensare l’energia

    Teleriscaldamento

    A Lugano i lavori sul prato di fronte alla piscina coperta avranno inizio nel mese di settembre e dovrebbero protrarsi per circa un anno – Se tutto va secondo i piani l’entrata in funzione potrebbe avvenire nell’autunno 2021 – L’idea risale ad alcuni anni fa

  • 3
  • 4

    Controlli più serrati alla foce del Cassarate

    Lugano

    Dopo che la foto degli assembramenti di giovedì ha fatto il giro del web, questa giornata di sabato sembra essere trascorsa all’insegna del rispetto delle distanze sulla riva del Ceresio - «Se non si rispettano le regole saremo costretti a chiudere nuovamente tutto», aveva avvertito Borradori due giorni fa - GUARDA LE FOTO

  • 5

    Assembramenti a Lugano, «non ci siamo!»

    Pandemia

    Il municipale Lorenzo Quadri diffonde le foto di gente che non rispetta il distanziamento e tuona: «La polizia non fa contravvenzioni, poi fanno cassetta coi radar per 5 km/h in più»

  • 1
  • 1