Per Lugano un bel rating da parte di Moody’s

Finanze

Il rating Aa3 consente alla Città un accesso facilitato al mercato dei capitali e una maggiore disponibilità di finanziamento a condizioni economiche più vantaggiose

Per Lugano un bel rating da parte di Moody’s
Foto Fiorenzo Maffi

Per Lugano un bel rating da parte di Moody’s

Foto Fiorenzo Maffi

LUGANO - L’agenzia di rating Moody's ha confermato alla Città un rating Aa3 con prospettiva stabile, livello che si situa in una fascia di alta qualità. La valutazione di Moody’s è stata allestita sulla base delle analisi dei dati del consuntivo 2018, delle indicazioni attuali sul consuntivo 2019 e della pianificazione finanziaria 2018-2021. La situazione finanziaria della città ha evidenziato i seguenti punti di forza: una solida gestione finanziaria, sostenuta da un’economia forte e diversificata; una flessibilità fiscale accresciuta, con ulteriori potenziali; e condizioni quadro cantonali tali da rafforzare la sostenibilità finanziaria del comune.

Accanto agli aspetti positivi, Moody’s rileva tuttavia la criticità derivante dall’elevato livello di indebitamento - seppure lievemente ridotto e con prospettive stabili per il 2019 - e la sfida posta al margine operativo dall’elevata volatilità dei volumi finanziari da rimborsare. Il Municipio prende atto con soddisfazione della conferma del rating Aa3, che consente alla Città un accesso facilitato al mercato dei capitali e una maggiore disponibilità di finanziamento a condizioni economiche più vantaggiose.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Lugano
  • 1
  • 2

    L’auto con Eitan fermata dalla polizia prima del volo

    Il caso

    Lo rivela il Corriere della Sera, secondo cui le autorità avrebbero svolto un normale controllo identificando gli occupanti – La Polca però nega: «Dalle verifiche esperite al nostro interno non risulta che la Polizia cantonale abbia mai controllato le persone oggetto dell’articolo»

  • 3

    I segreti dell’ex asilo Ciani

    Lugano

    A metter mano agli edifici storici non mancano le sorprese, o i grattacapi: non fa eccezione l’ex asilo Ciani, che la Città sta ristrutturando ormai da qualche tempo - Coinvolto l’Ufficio dei beni culturali per decidere il colore delle facciate, e ora c’è da rinforzare un lucernario molto particolare

  • 4

    «In Svizzera la mafia c’è e investe i suoi soldi»

    conferenza

    All’USI si è tenuto il primo convegno dell’Osservatorio ticinese sulla criminalità organizzata - Intervenuta anche la PM antimafia Alessandra Cerreti: «Grandissima capacità imprenditoriale, investono in bitcoin e sono laureati nelle migliori università»

  • 5
  • 1
  • 1