Più vicino il parco forestale dei Denti della Vecchia

Al via lo studio per l’istituzione di una riserva alle pendici delle montagne - I proprietari dei quasi 190 ettari interessati hanno stanziato oltre 17.000 franchi

Più vicino il parco forestale dei Denti della Vecchia

Più vicino il parco forestale dei Denti della Vecchia

LUGANO - Dopo aver ottenuto all'inizio dell'anno il benestare del Cantone, il progetto per l'istituzione di una riserva forestale alle pendici dei Denti della Vecchia ha trovato ora anche il pieno appoggio del Patriziato di Villa Luganese che, riunitosi negli scorsi giorni in assemblea, ha ufficializzato la sua partecipazione all'iniziativa. «Abbiamo stanziato un credito di 5.100 franchi per l'elaborazione dello studio definitivo» annuncia Manfredo Forni della Commissione della gestione del Patriziato di Villa Luganese, che è proprietario di 44,5 dei 188 ettari interessati dall'iniziativa. Gli altri 143,5 ettari appartengono al Patriziato di Sonvico, che contribuisce al finanziamento della seconda fase del progetto con 12.000 franchi.

«Nei prossimi mesi ci occuperemo di ridefinire i confini della riserva secondo le osservazioni del Cantone e delle parti in causa» fa sapere Paolo Piattini dell'agenzia di consulenze ambientali e ingegneria forestale EcoControl SA, che subito aggiunge: «L'area da tutelare non dovrebbe comunque venire ridimensionata». «Tra le altre cose, bisognerà anche rivedere il tracciato dei sentieri – continua – e si valuterà se avviare delle sinergie con la vicina riserva della Valsolda».

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Lugano
  • 1