Primo agosto: «fischia» anche Palazzo civico

LUGANO

La reazione del sindaco Borradori e della collega Valenzano Rossi alla protesta legata ai fatti del Molino - Prende posizione anche il centro sociale

Primo agosto: «fischia» anche Palazzo civico
Un 1. agosto molto diverso dal solito a Lugano: questo è certo.  (Foto Zocchetti)

Primo agosto: «fischia» anche Palazzo civico

Un 1. agosto molto diverso dal solito a Lugano: questo è certo.  (Foto Zocchetti)

L’onda delle polemiche sulla demolizione del Molino ha raggiunto la festa del Primo agosto e il sindaco Marco Borradori, da noi contattato, non ha nascosto la sua amarezza per i fischi durante il suo intervento e il discorso di Karin Valenzano Rossi in piazza della Riforma. «Raramente in politica ho provato tanta tristezza. Per me, come per molti, il Natale della patria è un momento di speranza, di unità, di riflessione; un momento quasi ‘sacro’, che io non ho mai visto ferire così». La protesta, organizzata da Michel Venturelli e sostenuta da alcune decine di persone, è nata dalla scelta come oratrice della municipale responsabile della polizia Valenzano Rossi, giudicata divisiva – per come ha gestito la questione del Molino – e quindi non adatta a un’occasione che dovrebbe unire. «È una critica...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Lugano
  • 1
  • 2

    L’auto con Eitan fermata dalla polizia prima del volo

    Il caso

    Lo rivela il Corriere della Sera, secondo cui le autorità avrebbero svolto un normale controllo identificando gli occupanti – La Polca però nega: «Dalle verifiche esperite al nostro interno non risulta che la Polizia cantonale abbia mai controllato le persone oggetto dell’articolo»

  • 3

    I segreti dell’ex asilo Ciani

    Lugano

    A metter mano agli edifici storici non mancano le sorprese, o i grattacapi: non fa eccezione l’ex asilo Ciani, che la Città sta ristrutturando ormai da qualche tempo - Coinvolto l’Ufficio dei beni culturali per decidere il colore delle facciate, e ora c’è da rinforzare un lucernario molto particolare

  • 4

    «In Svizzera la mafia c’è e investe i suoi soldi»

    conferenza

    All’USI si è tenuto il primo convegno dell’Osservatorio ticinese sulla criminalità organizzata - Intervenuta anche la PM antimafia Alessandra Cerreti: «Grandissima capacità imprenditoriale, investono in bitcoin e sono laureati nelle migliori università»

  • 5
  • 1
  • 1