Quando l’elezione annuncia un’incognita

ELEZIONI COMUNALI

Archiviata una legislatura iniziata tra i dissidi, a Torricella-Taverne riecco la sfida tra PLR e Lega-UDC - Difficili fare pronostici anche a Lamone-Cadempino, dove 4 anni fa si andò a votare per il sindaco

Quando l’elezione annuncia un’incognita
Cadempino, almeno per ora, resta un feudo PPD. Lamone lo è stato in passato. © CDT/ARCHIVIO

Quando l’elezione annuncia un’incognita

Cadempino, almeno per ora, resta un feudo PPD. Lamone lo è stato in passato. © CDT/ARCHIVIO

Riprendiamo il nostro viaggio tra i comuni del Luganese alla scoperta delle liste in corsa per le elezioni del 5 aprile. Oggi ci concentriamo su Lamone, Cadempino, Cureglia e Torricella-Taverne.

Iniziamo da Taverne, che ha avuto nel 2016 un inizio di legislatura piuttosto tormentato, segnato dalle dimissioni di due municipali (la socialista Amalia Mirante e il liberale Antonello Gatti), in rotta con i colleghi. Il gruppo Indipendenti, Lega e UDC tenterà di ripetere l’exploit di quattro anni fa (aveva raggiunto il 38% dei voti di scheda) e oltre ai due uscenti - il sindaco Tullio Crivelli e il suo vice Franco Voci - schiera in campo Vincenzo Leardo, Monica Serrao e Franco Vaccaro. Il PLR, seconda forza nel 2016 con il 18,5%, punta a tornare quello di un tempo (nel 2008 e nel 2012 aveva raggiunto...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Lugano
  • 1

    Se il nuovo campus arriva tardi a lezione

    Università

    La SUPSI e l’USI devono fare i conti con lo stop ai cantieri di Viganello e Mendrisio - L’inaugurazione delle due sedi era prevista a settembre, ma nel peggiore dei casi potrebbe slittare al 2021 - Possibile un’apertura parziale - Dipende da quando e a quali condizioni potranno riprendere i lavori

  • 2

    Dopo aver ricevuto gli aiuti, Philipp Plein licenzia

    Lugano

    Lo stilista tedesco che ha la sua sede a Lugano di nuovo nella bufera: avrebbe lasciato a casa sette dipendenti nonostante il ricorso alle sovvenzioni della Confederazione - Irritazione del sindacato OCST

  • 3
  • 4
  • 5

    Anche a Origlio passeggiate off limits

    Coronavirus

    Il Municipio potrebbe decidere di chiudere il sentiero intorno al lago da venerdì a domenica in occasione della Pasqua - Il sindaco Cedraschi: «C’è troppa gente che viene da fuori: vogliamo evitare assembramenti»

  • 1
  • 1