Quando la stazione di ricarica è una gallina dalle uova d’oro

Melide

Dalla loro inaugurazione, i supercharger di Tesla hanno «rifornito» 58.000 automobilisti - Il sindaco Geninazzi: «Si fermano in paese la mezz’ora che serve, bevono un caffè o fanno acquisti» - Calcolato un indotto di quasi 600.000 franchi

Quando la stazione di ricarica è una gallina dalle uova d’oro
A Melide le colonnine erano state posate tra il 2017 e il 2018. / © Ti-Press/Pablo Gianinazzi

Quando la stazione di ricarica è una gallina dalle uova d’oro

A Melide le colonnine erano state posate tra il 2017 e il 2018. / © Ti-Press/Pablo Gianinazzi

C’è chi va a Melide per la Swissminiatur e chi per un bagno al lido. Chi per fare una corsetta lungo il lago, chi per una sosta in piazza Fontana. E poi c’è chi ci va per ricaricare la batteria della propria Tesla. Più di ventimila autisti quest’anno, si stima. Una categoria, quest’ultima, che dal 2018 a oggi potrebbe aver lasciato nel comune sul Ceresio fra i 400.000 e i 588.000 franchi di indotto indiretto. Entrando alla Swissminiatur, sostando al lido, bevendo un caffé o facendo acquisti in attesa che l’auto si ricaricasse.

Un accordo da prolungare

Che la nuova «attrazione turistica» di Melide potesse essere un parcheggio non era scontato, tanto che nel proporre l’idea al Consiglio comunale nel 2017 il Municipio aveva dovuto fare un certo lavoro di persuasione, ottenendo però un’approvazione...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Lugano
  • 1

    Progetto più «light» all’ex Bellerive

    LUGANO

    Avanza il piano edilizio sul terreno fra Riva Caccia, via Fontana e via Mazzini: cominciati i lavori di demolizione – Il futuro complesso sarà residenziale, ma senza spazi commerciali – Niente da fare per il vecchio hotel – FOTO

  • 2

    «Volevo capire se Lugano mi voleva ancora bene»

    L’intervista

    Il neopresidente sezionale PPD Paolo Beltraminelli dice la sua sul partito e sulla politica luganese: «Troppe le incognite legate alla pandemia: non è il momento di mettere mano alla fiscalità»

  • 3

    Le complicate seconde vite dei centri ricreativi bancari

    Luganese

    Simboli dell’importanza della piazza finanziaria cittadina, le strutture di Cadro, Gentilino e Sorengo hanno iniziato a scricchiolare a inizio millennio e riqualificarle in due casi su tre si sta rivelando un’operazione complessa, con diversi colpi di scena

  • 4
  • 5
  • 1
  • 1