Quell’appartamento in cui nessuno poteva entrare

Lugano

Emergono nuovi dettagli sul fermo dell’ex vicario generale Azzolino Chiappini, sospettato di sequestro di persona - La donna trovata a casa sua era arrivata in Ticino 12 anni fa ed è possibile che l’inchiesta sia partita dalla segnalazione di una ditta che stava effettuando dei controlli tecnici all’immobile

Quell’appartamento in cui nessuno poteva entrare
© CdT/ Chiara Zocchetti

Quell’appartamento in cui nessuno poteva entrare

© CdT/ Chiara Zocchetti

«Non può essere». «Deve trattarsi di un’ingenuità». «Per come lo conosco non può aver davvero commesso i reati di cui è sospettato». Il fermo di don Azzolino Chiappini ha lasciato di stucco quasi tutti all’interno della Diocesi anche perché il prelato - ex vicario generale ed ex rettore della Facoltà di teologia - è tra le figure più importanti della chiesa ticinese. Le ipotesi di reato nei suoi confronti (sequestro di persona, coazione e lesioni semplici per condotta omissiva) sono pesanti anche se, da sole, non aiutano a fare completamente chiarezza sul caso.

Tanti sapevano di quella donnaMa veniamo ai fatti. Venerdì il Ministero pubblico e la polizia sono intervenuti nell’appartamento di Chiappini al Borghetto - di proprietà della Curia e a pochi passi dalla Cattedrale - trovando al suo...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Lugano
  • 1
  • 2

    Potrebbe servire il fotofinish

    Elezioni comunali

    A Cadempino il PLR spera, visto l’addio del sindaco PPD Marco Lehner, di effettuare uno storico sorpasso - A Lamone i liberali radicali devono difendersi dalla crescita del Gruppo Civico e di Lega/UDC - A Torricella-Taverne è invece il GITT a partire in pole position

  • 3
  • 4

    Fin dove arriva davvero il Polo sportivo

    LUGANO

    Un passaggio cruciale del dibattito è capire quanto si estendono per davvero i benefici e le ambizioni del progetto di Lugano: dalla dimensione locale a quella internazionale - Il discorso s’intreccia con quello sui contributi finanziari

  • 5
  • 1
  • 1