Lugano

«Ricucire il rapporto è possibile»

Così Daniele Finzi Pasca dopo l’incontro con i vertici del LAC e il Municipio, nel quale ha ricevuto la controproposta alle sue richieste per continuare a lavorare a Lugano

«Ricucire il rapporto è possibile»
Daniele Finzi Pasca e il municipale Roberto Badaracco. (Foto Chiara Zocchetti)

«Ricucire il rapporto è possibile»

Daniele Finzi Pasca e il municipale Roberto Badaracco. (Foto Chiara Zocchetti)

«Ricucire il rapporto è possibile»
Daniele Finzi Pasca con Maria Bonzanigo. (foto Chiara Zocchetti)

«Ricucire il rapporto è possibile»

Daniele Finzi Pasca con Maria Bonzanigo. (foto Chiara Zocchetti)

«Ricucire il rapporto è possibile»
Daniele Finzi Pasca. (Foto Chiara Zocchetti)

«Ricucire il rapporto è possibile»

Daniele Finzi Pasca. (Foto Chiara Zocchetti)

LUGANO - Doveva essere un incontro decisivo quello che ha avuto luogo stamattina a Palazzo Civico tra i vertici del LAC, la Compagnia Finzi Pasca, il Municipio e il Dicastero eventi culturali, ma di decisioni non ne sono ancora state prese. Oggi Daniele Finzi Pasca ha ricevuto la controproposta alle sue richieste, che verranno ora valutate dalla Compagnia. «Con il cuore sono già lontano»: così aveva dichiarato il regista di Molino Nuovo a settembre, dando voce al suo malessere per il trattamento che, a suo dire, gli veniva riservato dal centro culturale luganese. In particolare, Finzi Pasca si lamentava per gli spazi e i tempi che vengono messi a disposizione della sua compagnia al LAC, giudicati insufficienti per considerarsi pienamente «residente». Non è chiaro quando arriverà la risposta definitiva della Compagnia, nessuno oggi ha voluto esprimersi in merito alla tempistica.

«Ricucire il rapporto è possibile»

«Andremo ad analizzare le controproposte forniteci oggi punto per punto», ha spiegato il regista ticinese. «Il fatto che ci si sia trovati con questo spirito positivo credo sia il segnale che attendevamo per lavorare insieme. Con questo presupposto penso che non si possa che immaginare di ricucire il rapporto», ha detto ancora Finzi Pasca.. «L’incontro è stato importante perché è arrivato in seguito ad un periodo di silenzio dopo la fase dove si sono susseguite accuse a mezzo stampa» ha commentato a margine dell’incontro il sindaco di Lugano Marco Borradori. «Dopo tanto tempo abbiamo fatto un punto su una futura collaborazione e non una futura guerra», ha aggiunto. In ogni caso, «lo scopo è arrivare a un accordo».

«Positività e massima collaborazione»: queste, infine, secondo il presidente dell’Ente autonomo del LAC Roberto Badaracco le parole chiave dell’incontro odierno.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Lugano
  • 1
    Progetto Alto Vedeggio

    Il PAV si può fare ma va affinato e condiviso

    Lo studio preliminare per la copertura dell’autostrada con degli inerti incassa il sostegno del Cantone, ma Zali ha sostenuto che serve il supporto di tutta la popolazione per realizzarlo.

  • 2
    Lugano

    Aspettando che sboccino i fiori

    Viaggio semiserio nell’oasi primaverile di Flora&Bosco - Tra motoseghe supersoniche e animali da giardino, le orchidee primeggiano (ancora)

  • 3
    Famiglia Gemmo

    Riaccese le speranze di restare

    Le autorità federali hanno deciso di esaminare la loro richiesta d’asilo - In precedenza affermavano che questo spettava alla Grecia e avevano ordinato il loro rinvio nel Paese ellenico

  • 4
  • 5
    Caso Fogazzaro

    L’Istituto precetta il Cantone

    La scuola chiede al Governo oltre 200 mila franchi di danni per la revoca dell’autorizzazione a operare nel giorno in cui il DECS conferma la sospensione provvisionale nei suoi confronti

  • 1