Alla sbarra

Rinviato a giudizio il nipote della donna morta a Caslano

Il 24.enne svizzero, in detenzione dal luglio scorso, è accusato di assassinio, incendio intenzionale, turbamento della pace dei defunti e contravvenzione alla Legge federale sugli stupefacenti

Rinviato a giudizio il nipote della donna morta a Caslano
(foto CdT)

Rinviato a giudizio il nipote della donna morta a Caslano

(foto CdT)

CASLANO - È arrivata la conferma: il 24.enne svizzero nipote della donna morta il 6 luglio del 2018 a Caslano, in via Chiesuola 5, è stato rinviato a giudizio dalla procuratrice Pubblica Margherita Lanzillo. Il ragazzo, in detenzione dal giorno dei fatti, dovrà ora rispondere dei reati di assassinio, incendio intenzionale, turbamento della pace dei defunti e contravvenzione alla Legge federale sugli stupefacenti. Il Ministero pubblico comunica che è stato intimato alle parti l'atto d'accusa. Il nipote della 81.enne deceduta dovrà presentarsi davanti alla Corte delle assise Criminali di Lugano.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

  • 1
Ultime notizie: Lugano
  • 1
    INCIDENTE

    Ferite gravi per uno scooterista del Luganese

    Un 66.enne che circolava su via San Gottardo e si apprestava a svoltare a sinistra su via ai Ronchi è entrato in collisione con uno scooterista 27.enne, poi caduto a terra

  • 2
    Amichevole

    La passione oltre le transenne

    Comunque la si veda e nonostante le barriere, quella di ieri, con la partita tra Lugano e Inter, è stata la giornata dell’emozione

  • 3
  • 4
  • 5
    Lugano MedTech

    Ecco che cosa ci sarà dentro il Mizar

    Nello stabile di Molino Nuovo troverà posto un polo di ricerca sulle scienze della vita, con una «camera bianca» asettica, studi sugli animali e sui cadaveri, nonché una sede delle scuole medie

  • 1