Scarpe e tecnologia: a Villa Heleneum arriva Bally

LUGANO

Il Municipio ha scelto il progetto dell’azienda di Caslano, che porterà il suo museo - Sfumati il centro studi d’arte orientale e il think tank artistico

Scarpe e tecnologia: a Villa Heleneum arriva Bally
Bella è bella.  (Foto Putzu)

Scarpe e tecnologia: a Villa Heleneum arriva Bally

Bella è bella.  (Foto Putzu)

Bally riceverà le chiavi di Villa Heleneum. Giovedì scorso, fra le tre proposte sul tavolo per il futuro della residenza affacciata sul Ceresio un tempo sede del Museo delle Culture, il Municipio di Lugano ha scelto il progetto dell’azienda di Caslano che produce scarpe, borse, capi d’abbigliamento e accessori. Ce lo ha confermato, da noi contattato, il sindaco Marco Borradori.Quello che saràIn sintesi – per i dettagli è tutto rimandato a una comunicazione ufficiale – Bally vuole portare a Villa Heleneum i contenuti del suo museo di Schönenwerd, nel Canton Soletta, il cui destino è quindi incerto. Ma l’attività espositiva è soltanto una parte della visione: un ruolo importante lo giocherà la tecnologia. Bally del resto è tra i fondatori del LifestyleTech Competence Center (centro di competenza...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Lugano
  • 1
  • 1