Iniziativa

Servono due nuove «Ape del cuore»

Il progetto di don Emanuele Di Marco per aiutare le famiglie bisognose, dopo Lugano, cerca di espandersi a Gordola e Balerna - Partita la raccolta fondi

Servono due nuove «Ape del cuore»

Servono due nuove «Ape del cuore»

LUGANO - L’«Ape del cuore» non si ferma solo a Lugano, ma intende continuare il suo viaggio verso il Locarnese e il Mendrisiotto. Per espandere questa bella avventura sono però necessari due nuovi veicoli a tre ruote. L'esperienza progettata da don Emanuele Di Marco (Don Ema) ha già riscosso molto interesse nel 2018 sulle rive del Ceresio. L'Oratorio di Lugano aveva infatti organizzato in aprile e in dicembre dello scorso anno un'attività molto semplice: durante tutto il giorno l'Ape veniva posteggiata in una piazza della Città, dando la possibilità a chiunque (passanti, curiosi, interessati) di lasciare all’interno del veicolo una spesa (non solo alimentari, ma anche vestiti e prodotti per la casa) che alla sera stessa veniva portata ad una famiglia bisognosa della Regione. Come detto, con questa lodevole iniziativa si intende raggiungere altre due regioni del Ticino, dopo i successi luganesi. L’obiettivo è quello di acquistare due nuovi veicoli Piaggio Ape per gli oratori di Gordola e Balerna. La raccolta fondi è portata avanti tramite eroilocali.ch.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Lugano
  • 1