Processo

«Sì, facevano parte di una banda di spacciatori»

Condannati a Lugano per infrazione aggravata alla legge sugli stupefacenti un 32.enne albanese naturalizzato svizzero e un 28.enne albanese

«Sì, facevano parte di una banda di spacciatori»
(foto archivio)

«Sì, facevano parte di una banda di spacciatori»

(foto archivio)

«Gli imputati facevano parte di una banda che esercitava sistematicamente lo spaccio di cocaina». Così oggi, mercoledì, la giudice Francesca Verda Chiocchetti ha motivato la condanna per infrazione aggravata alla legge sugli stupefacenti inflitta ad un 28.enne albanese, naturalizzato svizzero, residente nel Luganese e ad un 32.enne albanese residente in Italia, a processo martedì davanti alla Corte delle Assise correzionali di Lugano. La pena comminata al 28.enne è di 12 mesi di detenzione sospesi con la condizionale per un periodo di prova di quattro anni, mentre quella inflitta al 32.enne a 18 mesi sospesi. La presidente della corte ha in sostanza accolto la tesi dell’accusa, sostenuta dal procuratore pubblico Arturo Garzoni, secondo cui il 32.enne era il capo della banda di albanesi dediti allo spaccio di cui il 28.enne faceva parte. Banda che, tra il 2014 e il 2016, avrebbe smerciato svariati chili di cocaina in Ticino. Secondo le tesi delle difese, sostenute rispettivamente dagli avvocati Maurizio Pagliuca e Chiara Buzzi, i due erano estranei ai fatti e non appartenevano a nessuna compagine.

Le diverse dichiarazioni rese dai testimoni sono però state ritenute «credibili e prive di contraddizioni» dalla giudice, che non ha creduto invece a quanto sostenuto dagli imputati. Imputati che - ha detto Verda Chiocchetti in aula - «non hanno collaborato in fase d’inchiesta». Il fatto però che i due abbiano interrotto l’attività criminale da parecchio tempo è stato considerato invece un’attenuante dalla Corte. Il 32.enne è stato condannato anche per furto, violazione di domicilio e violazione della legge sulle armi, mentre il 28.enne per entrata illegale in Svizzera.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

  • 1
Ultime notizie: Lugano
  • 1