«Siamo pronti a investire sessanta milioni ad Agno»

aeroporto

Ecco i piani di SKN Haryana City Gas per la gestione dello scalo - C’è una partnership con GapAvia, che in India ha partecipato allo sviluppo di infrastrutture aeroportuali - «In Ticino vogliamo dar vita a un gioiellino»

«Siamo pronti a investire sessanta milioni ad Agno»
Tra poche settimane il Municipio di Lugano annuncerà a quale gruppo privato affidare lo scalo. © CdT/Chiara Zocchetti

«Siamo pronti a investire sessanta milioni ad Agno»

Tra poche settimane il Municipio di Lugano annuncerà a quale gruppo privato affidare lo scalo. © CdT/Chiara Zocchetti

Tra i sette gruppi interessati a rilevare la gestione di Lugano Airport la candidatura di SKN Haryana City Gas Distribution è certamente tra quelle che ha suscitato maggior curiosità. Per quale motivo una società indiana - si sono chiesti in molti - dovrebbe avere interesse a investire in un piccolo (e diciamolo pure: ormai fatiscente) scalo a più di 6.500 chilometri di distanza? Un aeroporto, tra l’altro, senza più voli di linea? Una domanda che abbiamo rivolto a Virender Singh, managing partner di GapAvia (società collegata a SKN).

«Diversi concorsi in India»

Ma iniziamo, appunto, dai rapporti all’interno della cordata. SKN è una società - lo dice il nome stesso - specializzata nella distribuzione di gas. Che esperienza ha con il mondo dell’aviazione? «SKN - spiega Singh - si è legata a GapAvia,...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Lugano
  • 1
  • 1