Spari in via Beltramina, in mano aveva una carabina

Lugano

Il 50.enne svizzero fermato dalla polizia per gli spari avvenuti ieri sera verso le 20 avrebbe anche puntato l’arma contro un vicino - Non si registrano feriti - Le ipotesi di reato sono di esposizione a pericolo di vita altrui e infrazione alla Legge federale sulle armi

Spari in via Beltramina, in mano aveva una carabina
© CdT/Archivio

Spari in via Beltramina, in mano aveva una carabina

© CdT/Archivio

(Aggiornato alle 11.11) Un uomo armato ha esploso alcuni colpi all’interno del suo appartamento in via Beltramina a Lugano e anche all’esterno del caseggiato ieri sera verso le 20. È quanto si apprende da un comunicato congiunto del Ministero pubblico, della polizia cantonale e della polizia della Città di Lugano. L’uomo, un 50.enne cittadino svizzero, è stato posto in stato di fermo all’entrata dello stabile e sul posto sono intervenuti agenti della Polizia cantonale e, in supporto, della Polizia della Città di Lugano. Fortunatamente non vi sono feriti.

Stando a nostre informazioni, l’uomo era in possesso di una carabina. Rimangono da chiarire i motivi che lo hanno portato ad aprire il fuoco, ma dai primi accertamenti sembrerebbe che abbia anche puntato l’arma in direzione di un vicino. Ingente il dispositivo di polizia sul posto. Fin dall’inizio, quando la presenza dell’uomo è stata segnalata in strada, sono accorse sul posto almeno cinque pattuglie per fermarlo.

Le ipotesi di reato nei confronti del 50.enne sono di esposizione a pericolo della vita altrui e infrazione alla Legge federale sulle armi. L'inchiesta è coordinata dalla Procuratrice pubblica Pamela Pedretti. Sono ancora in corso gli accertamenti.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Lugano
  • 1
  • 1