Spritz e snack aiutano il LAC

Inaugurato ieri il nuovo caffé definitivo in piazza Luini – Sarà aperto anche d’inverno - GUARDA LE FOTO

Spritz e snack aiutano il LAC

Spritz e snack aiutano il LAC

Spritz e snack aiutano il LAC

Spritz e snack aiutano il LAC

Spritz e snack aiutano il LAC

Spritz e snack aiutano il LAC

Spritz e snack aiutano il LAC

Spritz e snack aiutano il LAC

Spritz e snack aiutano il LAC

Spritz e snack aiutano il LAC

Spritz e snack aiutano il LAC

Spritz e snack aiutano il LAC

Spritz e snack aiutano il LAC

Spritz e snack aiutano il LAC

LUGANO - I calici sono tornati a tintinnare in piazza Luini. Seppure con quasi due mesi di ritardo sulla tabella di marcia (l'apertura era stata annunciata per l'inizio di giugno) ieri è stato inaugurato ufficialmente il nuovo LAC café, la mescita all'aperto realizzata secondo il progetto dell'architetto Ivano Gianola.

La struttura ha sostituito la soluzione temporanea utilizzata lo scorso anno e sarà permanente sotto l'ala verde del museo. Come per il LAC café all'interno dell'edificio, la gestione è affidata a Gabbani, (che si occupa già anche del catering e del bar mezzanino in funzione durante gli spettacoli).

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Lugano
  • 1
  • 2
    Lo spunto

    «Varese, Como e Lugano unite possono competere con Milano»

    La regione, se vista dall’alto, forma una metropoli di 1,83 milioni di abitanti - Il sindaco di Varese Galimberti parla dei rapporti con il Ticino e delle potenzialità, rispetto ai grandi centri, delle città medie - «Però devono collaborare»

  • 3
    Isole di calore

    Parti di Lugano scottano, ma si possono raffreddare

    Città mappata con termocamere: in viale Cattaneo una sera d’agosto alle sette c’erano oltre quaranta gradi, sotto gli alberi a pochi metri una decina in meno - Si studiano possibili soluzioni dai giochi d’acqua a vele, resine e tetti verdi

  • 4
    Lugano

    Lo spacciatore agli inquirenti: «Grazie per avermi fermato»

    Due anni sospesi a un 41.enne a processo oggi che in tre anni ha venduto oltre un chilo di cocaina a diversi acquirenti della zona - L’ha fatto per finanziare il suo consumo, cominciato a causa di una depressione dovuta a una grave malattia - Gli è stato riconosciuto il sincero pentimento

  • 5
  • 1