Il caso

Sul Ceresio il posto barca costa troppo: «È ora di intervenire!»

L’Associazione cantieri nautici chiede l’intervento del Dipartimento del Territorio e se la prende con il regolamento entrato in vigore a Lugano nel 2017

Sul Ceresio il posto barca costa troppo: «È ora di intervenire!»
(Foto Zocchetti)

Sul Ceresio il posto barca costa troppo: «È ora di intervenire!»

(Foto Zocchetti)

LUGANO - «I prezzi dei posti barca sul lago di Lugano sono aumentati in modo spropositato negli scorsi anni ed è ora di intervenire». Questo in sostanza l’appello dell’Associazione Cantieri Nautici Ticinesi (ACNT) al Dipartimento del Territorio, a cui si chiede di chinarsi sulla questione ed invitare i porti a creare tariffe omogenee che tengano conto del potere d’acquisto del territorio, della concorrenza della vicina Italia e degli altri laghi e del tipo di imbarcazione. «Per Lugano - si legge in una nota - il regolamento entrato in vigore nel 2017 prevede prezzi che possono arrivare fino a 6.600 franchi all’anno per una barca oltre i 281 centimetri. Per lo stesso natante a Zurigo si pagano 5.800 franchi, mentre a Hergiswil, sul lago di Lucerna, 3.800. Se si pensa che oltre Gottardo il costo della vita e il potere d’acquisto sono in media superiori rispetto al Ticino, è facile capire il malcontento che si sta vivendo tra gli utenti del lago», spiega infine il comitato dell’ACNT.

Loading the player...
©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

  • 1
Ultime notizie: Lugano
  • 1