Team LUG e Northern Lights assieme per Agno

Lugano

Dopo aver presentato ricorso contro la decisione del Municipio, i due gruppi hanno deciso di unire le forze: «Dalle valutazioni del gruppo di lavoro era emerso come i due gruppi risultavano essere i migliori dal profilo tecnico e operativo»

Team LUG e Northern Lights assieme per Agno
© CdT/Gabriele Putzu

Team LUG e Northern Lights assieme per Agno

© CdT/Gabriele Putzu

Dopo aver presentato entrambi ricorso contro la decisione del Municipio di Lugano, che li aveva visti esclusi dalla procedura di cessione dello scalo ai privati, e dopo che lo stesso ha deciso di revocare la contestata decisione, i gruppi Team LUG e Northern Lights AG hanno deciso di unire le forze.

Nel corso del mese di maggio, Raffaella Meledandri e Nicola Brivio per il Team LUG e Andrea Burkhardt e Damian Hefti per Northern Lights AG si sono riuniti per confrontare i propri progetti e valutare una possibile strategia per continuare assieme la procedura avviata dalla Città di Lugano per il passaggio ai privati delle attività di gestione dell’aeroporto di Lugano-Agno. Le vedute dei due rispettivi gruppi sono apparse subito molto simili e convergenti, si legge in una nota. Ne è nata una proficua collaborazione e nel corso dei giorni scorsi è stata sottoscritta una lettera d’intenti che formalizza questa alleanza strategica.

Si ritiene che i due gruppi assieme possano offrire e coprire la totalità delle caratteristiche e delle esigenze tecniche e operative per garantire un ottimale funzionalità e sviluppo dell’aeroporto di Lugano. «Dalle valutazioni eseguite dal gruppo di lavoro aeroporto era infatti chiaramente emerso come i due gruppi risultavano essere i migliori dal profilo tecnico e operativo, essendo stati gli unici ad individuare, ad esempio, concrete soluzioni per risolvere l’annoso problema relativo al sistema di avvicinamento e al volo strumentale» prosegue il comunicato.

Scopo dell’alleanza strategica è dunque «quello di presentare un progetto globale che soddisfi tutti i requisiti formali e tecnici nell’interesse dell’aeroporto di Lugano, dei suoi utenti e delle aziende che operano attorno ad esso». In particolare, «i due gruppi intendono identificare un modello gestionale vincente da proporre alla Città di Lugano sull’esempio di quanto eseguito da altre località locali svizzere, come ad esempio Gstaad e St. Moritz. La mano è dunque tesa anche agli altri gruppi, che pur avendo importanti risorse finanziarie, sono apparsi meno incisivi dal punto di vista tecnico e operativo». E ancora: «Apertura viene però data anche ad altre aziende e operatori ai quali sta a cuore uno sviluppo durevole e sostenibile dell’aeroporto di Lugano. I due modelli citati, gli aeroporti di Gstaad e Samedan, hanno visto infatti riunire le forze di più investitori che hanno deciso di sostenere un progetto ritenuto performante dal punto di vista tecnico e operativo, nell’interesse delle rispettive regioni di riferimento».

Particolare attenzione verrà data anche «allo sviluppo di voli di linea e charter, ritenuti elementi imprescindibili per poter far sì che lo scalo luganese possa continuare ad essere considerato un aerodromo regionale pubblico». A tal proposito Northern Lights AG sosterrà, per tramite del suo partner SouthSuisse Airways Sagl di Agno, «il programma di voli charter estivi avviato dal Team LUG con la piattaforma Summercharter.ch che prevede voli charter con destinazione Olbia e Cagliari per tutta l’estate del 2021, collaborando attivamente anche a questo progetto».

Infine «si ritiene che non debba essere sottovalutato il tema della prossima scadenza dell’attuale concessione che scadrà nel 2026» conclude la nota congiunta. «Si ricorda infatti a tal proposito che allo stato attuale la Confederazione non garantisce più il rinnovo automatico ai concessionari precedenti, prevedendo la rimessa a concorso internazionale delle concessioni in scadenza, tematica sollevata anche da una mozione alle Camere federali, concernendo tutti gli aeroporti svizzeri. Ad oggi non vi è quindi nessuna garanzia che chi si vedrà assegnata la gestione dell’aeroporto possa continuare a farlo anche dopo il 2026. Anche su questo importante aspetto i due gruppi sono stati gli unici a proporre delle soluzioni».

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Lugano
  • 1

    Un altro ricorso frena l’aeroporto

    LUGANO

    Northern Lights e Team LUG, che avevano annunciato un’alleanza strategica, contestano la possibilità data dal Municipio di «aggiornare i progetti presentati» in autunno e la comunicazione sul «rinnovato gruppo di esperti che dovrà valutare le proposte»

  • 2
  • 3
  • 4

    Ex Macello, pare non vi sia traccia di Cocchi e Torrente

    AUTOGESTIONE

    Stando al Caffè, alla testa delle operazioni di sabato 29 maggio non c’erano i comandanti della polizia cantonale e comunale di Lugano, ma solo i due vice – Martedì verranno sentiti nell’ambito dell’inchiesta i municipali

  • 5

    «L’inizio di un nuovo viaggio»

    ferrovia Lugano-Ponte Tresa

    Da luglio cominceranno a sorridere sulle rotaie i primi due nuovi convogli - La flotta diventerà operativa entro l’autunno - FOTO GALLERY

  • 1
  • 1