Un accordo per il Morel

Si è tenuto oggi l'incontro tra il Collettivo e il Municipio di Lugano per discutere del futuro dello spazio

Un accordo per il Morel

Un accordo per il Morel

LUGANO - Spazio Morel, una soluzione di continuità viene garantita dall'autorità cittadina ma adesso passa gioco forza attraverso l'allestimento di una domanda di costruzione e il conseguente pieno rispetto delle disposizioni di legge. Va in questa direzione l'esito dell'incontro avvenuto stamane tra l'Esecutivo comunale (presenti 5 municipali su 7) e il collettivo per discutere della sospensione del rilascio dei permessi da parte della polizia dopo gli interventi della sera del 3 maggio scorso, e nel contempo anche del futuro dello spazio stesso. Cosa succederà ora? Viene revocata la revoca dei permessi speciali in modo che il Morel possa continuare già nei prossimi giorni. L'obiettivo, ha precisato il capo dicastero cultura Roberto Badaracco, è trovare il giusto equilibrio nel pieno rispetto della legalità, e sostenere e incoraggiare delle attività che portano valore aggiunto dando fiducia ai promotori, sempre che vengano rispettate le più elementari norme di convivenza.

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Lugano
  • 1
    Bilancio

    Lago al massimo, benzina al minimo

    Tendenza stabile di immatricolazioni in una stagione caratterizzata da un andamento variabile - Il calo dei turisti stranieri più che compensato da un’assidua presenza confederata e locale - Il periodo di confinamento ha accresciuto in modo rilevante il bisogno di uscite all’aria aperta e di tuffi rigeneranti

  • 2
    Grazie al balzello

    A Lugano un quarto di rifiuti in meno

    Dall’introduzione del sacco rosso registrato un calo sopra le aspettattive - Le multe per chi non rispetta le regole sono una decina alla settimana

  • 3
  • 4
    lugano

    Da casa al cassonetto del rüt: ci pensa la saetta a due ruote

    Al via un progetto pilota per il servizio gratuito di ritiro a domicilio delle principali tipologie di rifiuti dedicato alle fasce più deboli della popolazione nei quartieri di Besso, Molino Nuovo e Viganello - Dello smaltimento si occupa Saetta Verde

  • 5
  • 1