Un Masterplan per il comparto Lungolago e Lugano centro

città

Il Municipio ha preso conoscenza oggi dei risultati dei mandati di studio paralleli - Secondo il collegio di esperti, il progetto LONGLAKE di Inches Geleta Architetti «è quello che meglio corrisponde alle aspettative», ma gli altri piani «hanno fatto emergere spunti e idee interessanti», dei quali l’Esecutivo cittadino vuol tenere conto - In ottobre i dati verranno presentati con un’esposizione pubblica

Un Masterplan per il comparto Lungolago e Lugano centro
© CdT/Gabriele Putzu

Un Masterplan per il comparto Lungolago e Lugano centro

© CdT/Gabriele Putzu

Il Municipio di Lugano ha preso conoscenza oggi dei risultati dei mandati di studio paralleli (MSP) per il comparto Lungolago e Lugano centro. «Il progetto LONGLAKE è quello che meglio corrisponde alle aspettative della Città»: è questa l’indicazione del collegio di esperti che ha valutato le proposte dei quattro gruppi di progettazione ammessi al mandato. Oltre a LONGLAKE, sono stati analizzati i progetti «Ceresio» (capofila Officina del Paesaggio sagl), «Vel di seta» (capofila Michele Arnaboldi Architetti SAGL) e «Team BMV» (capofila Paolo L. Bürgi - Studio Bürgi). «Il collegio ha raccomandato al Municipio di procedere allo sviluppo del comparto tenendo come base principale di riferimento il progetto LONGLAKE. Le valutazioni del collegio hanno inoltre fatto emergere spunti e idee di valore proposti dagli altri progetti esaminati, per cui il consiglio rivolto al Municipio è quello di valorizzare e tenere conto anche di queste proposte», ha fatto sapere l’Esecutivo cittadino nel comunicato. «Sulla base di tali indicazioni la Città elaborerà un Masterplan, che sarà la principale base di riferimento per lo sviluppo del comparto. Il Municipio ha anche deciso l’avvio immediato di alcuni approfondimenti ritenuti prioritari e urgenti.

I risultati principali

Gli esperti hanno evidenziato la necessità di introdurre delle misure per la riduzione del traffico veicolare. A questo proposito, il gruppo LONGLAKE ha proposto l’adozione di un pacchetto di misure, tra cui la definizione di una zona 30 km/h e la creazione di due zone d’incontro 20 km/h sul Lungolago (dal LAC a Piazza Indipendenza). I risultati del MSP confermano la necessità di completare la pedonalizzazione del centro estendendola a via Magatti e via della Posta: i percorsi di alcune linee del trasporto pubblico dovranno essere spostati e le aree di carico-scarico ridefinite. Tale scelta favorisce il ridisegno complessivo delle Piazze Riforma, Rezzonico e Manzoni e permette di collegare meglio la mobilità lenta al nodo di interscambio di Piazzale ex-Scuole, aprendo la possibilità̀ di ospitare altre attività lungo le vie, come ad esempio il mercato. In merito alle piste ciclabili il collegio di esperti ritiene interessante l’allestimento di una pista bidirezionale separata, da Paradiso ai Giardini Belvedere. Entro il 2025 la Città valuterà inoltre l’implementazione di misure temporanee per la messa in sicurezza del traffico lento. Per la parte centrale, gli esperti propongono di adottare una strada di 6 metri di larghezza, sulla quale far coesistere il traffico motorizzato e ciclabile in un regime di velocità di 20/30 km/h.

Il MSP ha evidenziato anche la necessità di mantenere i tre porti cittadini, suggerendo di caratterizzarne la destinazione: al porto della Foce dovrebbero concentrarsi i servizi portuali classici (rampa di alaggio, gru, stazione carburante, ecc.) e le barche a vela; nei porti Belvedere e Lanchetta si dovrebbero invece concentrare le stazioni di barche a motore e a remi. Il loro riordino e ampliamento permetterà di eliminare parte dei posti barca lungo le rive, aumentandone la fruibilità.

Altro tema è la riorganizzazione del Piazzale ex-Scuole. Secondo il Collegio d’esperti quest’area dovrà poter accogliere diverse funzioni e garantire spazi per usi conviviali, in base all’evoluzione delle esigenze legate al nodo intermodale del trasporto pubblico e senza un’edificazione fuori terra (al massimo una copertura simile a quella già presente). Gli esperti auspicano, d’altro canto, la creazione di una sistemazione sotterranea con stalli per cicli e motocicli.

Riguardo alla logistica urbana, il Collegio di esperti consiglia di approfondire la proposta formulata dal gruppo LONGLAKE: sviluppare un’attività di supporto alla distribuzione per il commercio al dettaglio da realizzare negli spazi del sottosuolo dell’Autosilo Balestra, attualmente occupati delle linee del trasporto pubblico regionale (per le quali è previsto lo spostamento in corrispondenza della stazione FFS).

Il Masterplan

Tutte le raccomandazioni del collegio confluiranno in un Masterplan (piano di insieme), che sarà il punto di riferimento per l’azione coordinata della Città orientata allo sviluppo di questo prezioso comparto. Il documento, che sarà ultimato nei prossimi mesi, oltre alle misure presenterà le priorità e le modalità d’attuazione, inclusi i necessari adeguamenti del Piano regolatore.

Le misure prioritarie

Il collegio di esperti ha suggerito inoltre al Municipio alcune misure prioritarie per le quali non è necessario attendere l’ultimazione del Masterplan.

Tra queste vi è l’avvio del concorso d’architettura per il Piazzale ex-Scuole, con l’obiettivo di garantire il disegno del progetto definitivo entro il 2025 (considerando, in particolare, l’arrivo del tram-treno e la necessità di uno stazionamento sotterraneo per veicoli a due ruote).

Altro intervento urgente è la definizione dei percorsi ciclabili nel tratto tra Paradiso e Campo Marzio (in considerazione del fatto che il termine stabilito per usufruire del credito messo a disposizione dalla Confederazione è il 2025). Anche l’approfondimento del riordino dei posti barca, così come la pianificazione e l’ampliamento dei porti e degli imbarcaderi allo scopo di poter incrementare la fruizione delle rive, possono prendere avvio da subito.

Il Collegio di esperti ha, infine, raccomandato al Municipio di proseguire con la progettazione del comparto delle tre piazze centrali che attorniano Palazzo Civico, riprendendo e ultimando il progetto di massima dello studio Buletti Fumagalli Del Fedele Bernardi architetti concepito nei primi anni 2000.

Esposizione e pubblicazione

I risultati complessivi del MSP, fa sapere il Municipio, saranno presentati nel mese di ottobre, con una pubblicazione che illustrerà la procedura e le conclusioni, e con un’esposizione pubblica dei progetti.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Lugano
  • 1

    Canobbio, tredici milioni per la sala multiuso

    Il progetto

    l vaglio del Consiglio comunale l’atteso investimento «per creare una struttura che dia spazio a scuole e associazioni per i prossimi trent’anni», con le parole del sindaco Roberto Lurati - Sarà costruito un nuovo edificio a fianco delle Elementari che fungerà anche da palestra e potrà ospitare sino a 500 persone

  • 2
  • 3
  • 4

    Da domani mascherina obbligatoria in centro

    Lugano

    Lo comunica la Città, che annuncia altresì l’annullamento della cerimonia di Capodanno al Palacongressi e l’evento per la Giornata internazionale del volontariato

  • 5
  • 1
  • 1