Un tour gastronomico sulle Alpi francesi

Le tre stelle Michelin di Emmanuel Renaut insieme ai vini di Château Angélus: tutto il meglio della Francia a S.Pellegrino Sapori Ticino

Un tour gastronomico sulle Alpi francesi
Lo chef Emmanuel Renaut applaudito da Hubert e Stéphanie de Boüard-Rivoal di Chàteau Angélus

Un tour gastronomico sulle Alpi francesi

Lo chef Emmanuel Renaut applaudito da Hubert e Stéphanie de Boüard-Rivoal di Chàteau Angélus

Un tour gastronomico sulle Alpi francesi
L’aperitivo curato da Emmanuel Renaut è stata un’escursione tra i boschi alpini

Un tour gastronomico sulle Alpi francesi

L’aperitivo curato da Emmanuel Renaut è stata un’escursione tra i boschi alpini

Un tour gastronomico sulle Alpi francesi
Immagine del luogo, dei boschi e dei giardini

Un tour gastronomico sulle Alpi francesi

Immagine del luogo, dei boschi e dei giardini

Un tour gastronomico sulle Alpi francesi
Scampo tagliato al coltello marinato al cedro e ortica bianca, caviale selezione ER insaporito di pompelmo e radici di genziana

Un tour gastronomico sulle Alpi francesi

Scampo tagliato al coltello marinato al cedro e ortica bianca, caviale selezione ER insaporito di pompelmo e radici di genziana

Un tour gastronomico sulle Alpi francesi
Piselli e prezzemolo, consommé ai fiori di sambuco

Un tour gastronomico sulle Alpi francesi

Piselli e prezzemolo, consommé ai fiori di sambuco

Un tour gastronomico sulle Alpi francesi
Coregone cotto al sale e jus di erbe

Un tour gastronomico sulle Alpi francesi

Coregone cotto al sale e jus di erbe

Un tour gastronomico sulle Alpi francesi
Spuma leggera di Gardons e gamberi di fiume, sugo di cipolla grigliata

Un tour gastronomico sulle Alpi francesi

Spuma leggera di Gardons e gamberi di fiume, sugo di cipolla grigliata

Un tour gastronomico sulle Alpi francesi
Quaglia grassa, salsa di ginepro, Tarte Soubise e patate soffiate

Un tour gastronomico sulle Alpi francesi

Quaglia grassa, salsa di ginepro, Tarte Soubise e patate soffiate

Un tour gastronomico sulle Alpi francesi
Faiselle de Megève ai fiori di sambuco, tartare di fragole e Oxalis

Un tour gastronomico sulle Alpi francesi

Faiselle de Megève ai fiori di sambuco, tartare di fragole e Oxalis

Un tour gastronomico sulle Alpi francesi
Dany Stauffacher, patron di S.Pellegrino Sapori Ticino, con lo chef Emmanuel Renaut

Un tour gastronomico sulle Alpi francesi

Dany Stauffacher, patron di S.Pellegrino Sapori Ticino, con lo chef Emmanuel Renaut

Un tour gastronomico sulle Alpi francesi
I grandi vini di Château Angélus sono stati i protagonisti in abbinamento ai piatti del cuoco tristellato

Un tour gastronomico sulle Alpi francesi

I grandi vini di Château Angélus sono stati i protagonisti in abbinamento ai piatti del cuoco tristellato

Un tour gastronomico sulle Alpi francesi
L’abbinamento tra cibo e vini è stato studiato ad hoc per esaltare entrambi i prodotti

Un tour gastronomico sulle Alpi francesi

L’abbinamento tra cibo e vini è stato studiato ad hoc per esaltare entrambi i prodotti

Un tour gastronomico sulle Alpi francesi
Hubert de Boüard, icona dell’enologia francese, insieme a Luigi Zanini, di Zanini Vinattieri

Un tour gastronomico sulle Alpi francesi

Hubert de Boüard, icona dell’enologia francese, insieme a Luigi Zanini, di Zanini Vinattieri

Un tour gastronomico sulle Alpi francesi
L’aperitivo al Ciani Lugano, prima della cena tristellata

Un tour gastronomico sulle Alpi francesi

L’aperitivo al Ciani Lugano, prima della cena tristellata

Un tour gastronomico sulle Alpi francesi
Dany Stauffacher insieme alle due generazioni di Zanini, che oggi gestiscono insieme la Zanini Vinattieri

Un tour gastronomico sulle Alpi francesi

Dany Stauffacher insieme alle due generazioni di Zanini, che oggi gestiscono insieme la Zanini Vinattieri

Un tour gastronomico sulle Alpi francesi
Emmanuel Renaut all’opera nella cucina del Ciani Lugano

Un tour gastronomico sulle Alpi francesi

Emmanuel Renaut all’opera nella cucina del Ciani Lugano

LUGANO - Quante volte avete sentito dire che i piatti dei grandi chef raccontano una storia? Non quelli di Emmanuel Renaut, tre stelle Michelin nel Ristorante Flocons de Sel a Megève, ai piedi del Monte Bianco: i suoi piatti raccontano i luoghi. Nelle ricette del grande cuoco francese, sbarcato ieri nella cucina del Ciani Lugano per il festival enogastronomico ticinese, si legge tutta la carta geografica delle Alpi, i luoghi nascosti che lo chef ha percorso in solitaria, scarponi ai piedi, i prati primaverili in fiore sulle vette, gli alberi dove si è fermato a riposare all'ombra.

Non è un caso che al termine dell'aperitivo curato dalla brigata di cucina del Ciani, Renaut abbia voluto proporre agli ospiti alcuni stuzzichini in ricordo dei suoi boschi, in cui i colori e i sapori delle Alpi sono stati solo il primo passo verso la scoperta dei luoghi cari allo chef.Il percorso gastronomico è proseguito, una volta seduti a tavola, con piatti che hanno regalato ai commensali i gusti primaverili di una natura rigogliosa e profumata, grazie all'uso di erbe montane spontanee, fiori di sambuco, salse al ginepro, radici di genziana.I piatti di Renaut hanno trasportato virtualmente sulle pendici del Monte Bianco gli ospiti della serata, facendo loro vivere un'esperienza a 360 gradi nei sapori d'alta quota dell'eccellenza culinaria d'oltralpe.

Per accompagnare al meglio la cucina tristellata del cuoco, sono stati scelti i vini di una delle cantine francesi più conosciute e apprezzate al mondo: Château Angélus. Un vero e proprio mito per i tanti appassionati presenti in sala che hanno avuto la possibilità di degustare vini di eccezionale eleganza, studiati ad hoc per accompagnare i piatti.

Continuità e ricerca costante: questi i segreti dello Château francese, raccontati direttamente da Stéphanie de Boüard-Rivoal, Executive Managing Director di Château Angélus, arrivata da Saint-Émilion a Lugano insieme al padre Hubert appositamente per la cena di S.Pellegrino Sapori Ticino. "I gusti, nel mondo del vino, evolvono di continuo, quindi non bisogna mai dimenticare di fare ricerca e restare al passo coi tempi. D'altro canto, la tradizione famigliare che portiamo avanti da 8 generazioni, ci spinge anche alla continuità, nel tentativo di offrire sempre il meglio agli amanti di Château Angélus."

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Lugano
  • 1