Una Festa d’Autunno un po’ diversa dal solito

Lugano

Il fine settimana del 3 e 4 ottobre torna l’appuntamento con il tradizionale evento popolare - Niente grottini all’aperto a causa delle misure restrittive, ma la cucina tradizionale si gusterà nei ristoranti

Una Festa d’Autunno un po’ diversa dal solito
© CdT/Chiara Zocchetti

Una Festa d’Autunno un po’ diversa dal solito

© CdT/Chiara Zocchetti

Una Festa d’Autunno un po’ diversa dal solito

Una Festa d’Autunno un po’ diversa dal solito

Lugano è pronta ad accogliere le atmosfere autunnali con la tradizionale Festa d’Autunno che animerà il centro e, per la prima volta, anche il lungolago, sabato 3 e domenica 4 ottobre. A causa delle misure legate al coronavirus sarà una festa un po’ diversa dal solito: non ci saranno i tradizionali grottini gestiti dalle associazioni cittadine (troppo complicati e costosi da organizzare rispettando le misure restrittive), ma la gastronomia tipica sarà affidata ai ristoratori del centro storico. Ci sarà invece il mercatino, che sarà organizzato sul lungolago chiuso al traffico tutto il fine settimana (dalle 8 di sabato alle 23 di domenica). Le bancarelle esporranno la loro merce il sabato dalle 11 alle 21 e la domenica dalle 10 alle 20. Il centro cittadino sarà allietato anche dalla musica della tradizione proposta dai gruppi folcloristici che regaleranno un sottofondo musicale unico.

Non mancheranno, infine, le proposte per le famiglie e i più piccoli che quest’anno saranno organizzate all’interno del patio del Municipio. I bambini potranno divertirsi grazie a tanti eventi gratuiti pensati appositamente per loro. Per garantire la sicurezza di questi eventi sarà obbligatoria l’iscrizione in loco.

«La Festa d’Autunno - spiega il capodicastero Roberto Badaracco in una nota - rappresenta uno degli eventi di maggior tradizione all’interno delle proposte di Lugano. Un appuntamento atteso da residenti e visitatori che ci riallaccia a cicli di vita rurale magari oggi meno vissuti di un tempo, ma che ancora scandiscono i ritmi del settore enologico. Questa Festa d’Autunno 2020 si rimodella in base alle norme in vigore, ma mantiene intatto il suo significato e la qualità dell’offerta. I ristoranti del centro cittadino permetteranno di godere appieno della gastronomia tradizionale e dei vini del territorio, mentre una ricca proposta di eventi – grazie anche al lungolago chiuso al traffico per l’occasione – garantirà un fine settimana all’insegna del piacere di stare insieme». Dal canto suo, il direttore della Divisione eventi Claudio Chiapparino, sottolinea come il centro cittadino si confermerà anche il primo fine settimana «luogo di vita, d’incontro e di scambio reciproco».

Grazie ai FotoClub Lugano, Chiasso e Turrita la passeggiata sul lungolago si arricchirà con la mostra «La salute delle piante» allestita al Belvedere (l’accesso è libero e la mostra sarà visitabile fino al 18 ottobre). Per il programma completo del weekend si rimanda al sito www.luganoeventi.ch.

Image
©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Lugano
  • 1

    Condannato a 6 anni l’autore dell’accoltellamento

    pregassona

    L’iracheno aveva ferito al volto un connazionale durante un alterco al posteggio dell’Aldi - «Durante tutta l’inchiesta l’imputato è stato incoerente e ha fornito versioni contrastanti, senza mai mostrare un vero pentimento», ha sottolineato il giudice

  • 2

    Lavori in Centro a Lugano: c’è ancora da fare

    SERVONO 3,7 MILIONI

    Il Municipio chiede un nuovo credito per una serie d’interventi alle sottostrutture del Centro dopo gli 8,5 milioni già stanziati - Si tratta di opere necessarie che l’autorità comunale vuole anticipare per essere pronta quando verrà aperto il cantiere del tram

  • 3

    Prima amici, poi lo sfigura

    Pregassona

    Si è aperto il processo per l’accoltellamento davanti all’Aldi - L’episodio, filmato da un passante, fece il giro del web - Secondo l’accusa c’era premeditazione, ma la difesa è di parere diverso: «Ha usato un apriscatole, mica un coltello»

  • 4
  • 5

    Addio Stierlin, benvenuto Caminada

    Giardinaggio

    L’azienda di Cadempino riempirà gli spazi lasciati vuoti dopo il fallimento della società di Muzzano - Si tratta probabilmente di una soluzione provvisoria, visto che l’immobile verrà presumibilmente messo all’asta

  • 1
  • 1