Un'esercitazione sul laghetto di Muzzano

Pompieri di Lugano e polizia lacuale in azione per tutta la giornata simulando la presenza di una persona caduta nell'acqua

Un'esercitazione sul laghetto di Muzzano
Il lago ghiacciato nel 2002.

Un'esercitazione sul laghetto di Muzzano

Il lago ghiacciato nel 2002.

Un'esercitazione sul laghetto di Muzzano

Un'esercitazione sul laghetto di Muzzano

Un'esercitazione sul laghetto di Muzzano

Un'esercitazione sul laghetto di Muzzano

Un'esercitazione sul laghetto di Muzzano

Un'esercitazione sul laghetto di Muzzano

Un'esercitazione sul laghetto di Muzzano

Un'esercitazione sul laghetto di Muzzano

Un'esercitazione sul laghetto di Muzzano

Un'esercitazione sul laghetto di Muzzano

MUZZANO - Pompieri di Lugano e polizia lacuale in azione per tutta la giornata oggi al laghetto di Muzzano. L'intervento è dovuto a un'esercitazione, come confermatoci dai pompieri. Muniti di mute speciali, stanno simulando la presenza di una persona caduta nell'acqua a seguito della rottura del ghiaccio. Si tratta della prima esercitazione dopo una pausa di tre anni (dovuta alle condizioni meteo che non favorivano la formazione di ghiaccio). Come noto, nei giorni scorsi sono arrivate parecchie segnalazioni alla polizia di persone che pattinano o passeggiano sul ghiaccio del laghetto. 

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Lugano
  • 1
  • 2
    Lo spunto

    «Varese, Como e Lugano unite possono competere con Milano»

    La regione, se vista dall’alto, forma una metropoli di 1,83 milioni di abitanti - Il sindaco di Varese Galimberti parla dei rapporti con il Ticino e delle potenzialità, rispetto ai grandi centri, delle città medie - «Però devono collaborare»

  • 3
    Isole di calore

    Parti di Lugano scottano, ma si possono raffreddare

    Città mappata con termocamere: in viale Cattaneo una sera d’agosto alle sette c’erano oltre quaranta gradi, sotto gli alberi a pochi metri una decina in meno - Si studiano possibili soluzioni dai giochi d’acqua a vele, resine e tetti verdi

  • 4
    Lugano

    Lo spacciatore agli inquirenti: «Grazie per avermi fermato»

    Due anni sospesi a un 41.enne a processo oggi che in tre anni ha venduto oltre un chilo di cocaina a diversi acquirenti della zona - L’ha fatto per finanziare il suo consumo, cominciato a causa di una depressione dovuta a una grave malattia - Gli è stato riconosciuto il sincero pentimento

  • 5
  • 1