Vandalismo dopo la partita, fermate 11 persone

VOTA IL SONDAGGIO - Dopo Lugano-Losanna un gruppo di supporter vodesi è finito nel mirino della polizia - Imbrattate pareti con graffiti e scritte a pennarello - La polizia è risalita al probabile autore: aveva il divieto di accedere agli stadi

Vandalismo dopo la partita, fermate 11 persone

Vandalismo dopo la partita, fermate 11 persone

LUGANO - Undici persone sono state identificate e fermate ieri dalle forze dell'ordine per danneggiamenti a seguito della partita di calcio tra Lugano e Losanna allo stadio di Cornaredo, dove alcuni tifosi si sono resi protagonisti di atti di vandalismo. La Polizia comunale di Lugano, con una nota diffusa nel pomeriggio, ha smentito tuttavia che vi siano stati veri e propri scontri tra le due tifoserie (lo avrebbero evitato proprio gli stessi agenti) e che siano stati sparati in aria proiettili di gomma a titoli preventivo. (VD SUGGERITI)

La Polizia cantonale, in collaborazione con la Comunale di Lugano, in un comunicato, confermano di essere intervenute tra i supporter romandi a seguito della segnalazione di diversi danneggiamenti - graffiti e scritte a pennarello su pareti - in Città e a Paradiso. Una parte dei tifosi vodesi era giunta in Ticino mercoledì. Secondo alcune testimonianze note al CdT Online, alcuni danneggiamenti sarebbero quindi stati commessi prima della partita.

"Grazie alla videosorveglianza della città di Lugano - specificano le forze dell'ordine - è stato possibile risalire al probabile autore degli imbrattamenti. Su quest'ultimo pendeva un divieto di accesso agli stadi di calcio e di hockey svizzeri per cui è stato diffidato dal presentarsi alla manifestazione sportiva". L'inchiesta prosegue al fine di verificare eventuali responsabilità di altri danneggiamenti. 

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Lugano