Volo cancellato per una gomma

Agno

Mercoledì sera un banale problema a una ruota ha bloccato un aereo per il Ticino - «Da quando c’è Adria però le cancellazioni sulla tratta sono diminuite»

Volo cancellato per una gomma
Il problema ha bloccato il volo delle 10 di ieri, nel primo pomeriggio i collegamenti sono ripresi normalmente. (Foto Shutterstock)

Volo cancellato per una gomma

Il problema ha bloccato il volo delle 10 di ieri, nel primo pomeriggio i collegamenti sono ripresi normalmente. (Foto Shutterstock)

AGNO - Un semplice pneumatico da cambiare e le difficoltà incontrate per recuperare il pezzo di ricambio, sono all’origine del volo da Zurigo ad Agno che è stato cancellato ieri mattina. Lo ha confermato il direttore di Lugano Airport Sa, Maurizio Merlo, annunciando la ripresa dei normali collegamenti tra il Ticino e la città della Limmat già nel primo pomeriggio di giovedì. Il problema è emerso mercoledì sera e ha interessato il velivolo partito da Lugano che, una volta atterrato a Zurigo, ha presentato degli inconvenienti ad un carrello. Una banalità che, a causa della mancanza di uno pneumatico di ricambio idoneo all’aeroporto di Kloten, ha obbligato i responsabili della compagnia a bloccare il bimotore a terra e a cancellare il volo delle 10 di mattina del giorno dopo. Di conseguenza il meccanico di Agno ha dovuto trasferirsi in auto oltre Gottardo con una gomma nuova. Ultimata la sostituzione, l’aereo ha ripreso normalmente servizio ed è ripartito per Lugano dove è atterrato nel primissimo pomeriggio di ieri per ripartire poco dopo in direzione nord. Praticamente quella di giovedì è stata l’unica cancellazione registrata in questo mese di gennaio che, come noto, è sempre piuttosto delicato dal profilo della meteorologia. E proprio le condizioni atmosferiche sono state responsabili dell’annullamento di quattro voli con il Ticino lo scorso mese di dicembre. Una decisione che era stata presa dai responsabili di Swiss, spiega Maurizio Merlo, essenzialmente a causa della fitta nebbia registrata in quel periodo nello scalo aeroportuale zurighese. L’inverno alle nostre latitudini è sempre un momento difficile per i voli di linea ( ma ovviamente anche per i trasporti su strada e rotaia), infatti se a Lugano splende da diverse settimane il sole e il vento allontana il pericolo di foschia lo stesso non si può dire oltre Gottardo e questo, ovviamente, può condizionare in modo importante i programmi considerato anche che la scarsa visibilità resta evidentemente il nemico più grande in questo settore per chi deve garantire la sicurezza. Meteo a parte, «c’è comunque da dire – aggiunge subito il direttore di Lugano Airport – che da quando è partita la compagnia Adria, nel mese di dicembre le cancellazioni sulla linea Lugano-Zurigo sono drasticamente diminuite rispetto all’anno precedente». Una situazione sicuramente ben diverso da, ad esempio, quella che era stata registrata nel 2016 dove su 1.425 voli totali, 4 erano stati cancellati (tre per problemi tecnici e uno per la meteo) e 26 deviati sullo scalo di Malpensa (per la partenza o per l’arrivo) con una percentuale di collegamenti annullati negli ultimi mesi dell’anno che si era attestata attorno al 3-4%; per contro nelle prime sei settimane del 2017, su 113 voli, c’erano state 7 deviazioni e nessuna cancellazione.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Lugano
  • 1
  • 1