Ma ora posso andare a fare la spesa in Italia?

Confine

Intervenuto a TeleTicino, l’avvocato Christopher Jackson chiarisce cosa possono fare i ticinesi ora che la Lombardia è tornata zona gialla

Ma ora posso andare a fare la spesa in Italia?
© CdT/Gabriele Putzu

Ma ora posso andare a fare la spesa in Italia?

© CdT/Gabriele Putzu

Lombardia in zona gialla. Cosa cambia per il Ticino? L’avvocato Christopher Jackson, intervenuto a TeleTicino, ha provato a fare chiarezza rispondendo ad alcune domande specifiche. Riassumiamo, qui, brevemente quanto affermato.

Posso andare in Italia?

Sì, anche senza un comprovato motivo di necessità. Per varcare il confine occorre però un test negativo, rapido o PCR, effettuato nelle 48 ore precedenti. Questo almeno fino al 5 marzo. Attenzione: almeno fino al 15 febbraio lo spostamento fra regioni è vietato.

Ma posso anche fare la spesa?

Sì, è possibile. A patto di dimostrare di essere risultati negativi ad un tampone.

Posso anche recarmi da un fisioterapista, ad esempio?

Sì, in Lombardia. I confini regionali possono essere valicati solo per motivi di comprovata necessità.

Ma non posso entrare in Italia senza tampone?

Solo per motivi di salute o comprovata necessità. E solo se si intende restare in Italia per meno di 120 ore. In questi casi, cadono sia l’obbligo di presentare un test negativo sia il divieto di attraversare i confini regionali italiani.

La mia compagna/il mio compagno è in Lombardia. Può venire in Ticino?

Sì, ma al momento di rientrare in Italia dovrà comunque mostrare un test negativo effettuato al più tardi 48 prima.

Per approfondire: «La spesa in Italia preoccupa»

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Ticino
  • 1
  • 2

    Da capitale a «VilleVerte»?

    LA PROPOSTA

    Bellinzona: i consiglieri comunali Giulia Petralli, Roland David e Marco Noi attraverso una mozione chiedono al Municipio di intraprendere i passi necessari per ottenere il label - Il riconoscimento premia chi attua una gestione sostenibile degli spazi verdi e si impegna per la biodiversità

  • 3

    Cure sanitarie solo in Italia, da Campione parte un ricorso

    Enclave

    L’obiettivo è arrivare ad annullare la delibera della Regione Lombardia e permettere dunque ai cittadini di poter far capo all’assistenza ticinese - L’avvocata Marchesini: « la decisione non è sostenibile ed è illegittima»

  • 4

    «Nessuna motivazione valida per fermare il Rally in Ticino»

    territorio

    Nel rispondere a un’interrogazione firmata da 27 deputati di Verdi, PS, PPD, PLR, Più Donne e Lega il Consiglio di Stato fa notare che «non si intravedono ragioni per un rifiuto di principio alla manifestazione» – Le gare motoristiche sono limitate a un numero massimo di 10 all’anno – I disagi? «Simili a quelli di altri eventi»

  • 5
  • 1
  • 1