logo

Discarica di Stabio, luce verde del Governo

Chiesto il credito per l'attuazione della terza tappa del deposito di scarti edili a ridosso del confine

Maffi
 
11
luglio
2018
14:30
Red. Online

BELLINZONA - Il Consiglio di Stato ha approvato il Piano di utilizzazione cantonale della discarica per materiali inerti di Stabio (tappa 3) e ha licenziato il relativo messaggio, con la richiesta di un credito per la sua attuazione, nonché approvato la modifica legislativa e i necessari crediti per la gestione in proprio della discarica.

Nonostante la strategia diversificata proposta dal Dipartimento del territorio per far fronte all'elevata produzione di scarti edili - promozione del riciclaggio dei materiali inerti e sensibilizzazione al loro riutilizzo – le attuali volumetrie di deposito non sono in grado di assicurare la continuità dello smaltimento dei rifiuti edili, soprattutto nel Sottoceneri. Il Piano di utilizzazione prevede così la realizzazione della terza tappa della discarica di Stabio in località «Cà del Boscat», destinazione già prevista a Piano direttore e caratterizzata da un volume utile di ca. 850 mila metri cubi, che va a completare le precedenti due tappe realizzate fra il 2002 e la fine del 2013. Per garantire una migliore operatività, come pure una gestione ottimale dal profilo tecnico e ambientale, particolarmente importante nel caso della discarica di Stabio, ubicata a ridosso del confine, il Consiglio di Stato propone inoltre - con una modifica della Legge di applicazione della legge federale sulla protezione dell'ambiente (LALPAmb), che potrà essere estesa in futuro anche ad altre discariche di dimensioni medio-grandi - la gestione in proprio della discarica. In questo modo il Dipartimento del territorio auspica di migliorare, per quanto possibile, l'accettazione da parte dei Comuni e della popolazione, che in più occasioni hanno richiesto all'Autorità di assumersi fino in fondo la responsabilità delle discariche, dalla pianificazione sino alla gestione e alla manutenzione al termine dell'esercizio.

Edizione del 24 settembre 2018
Segui il CdT sui social
Mobile
Scopri le offerte su misura per te
con la CdT Club Card
Top