A Chiasso il PLR vuole ribadire il suo ruolo guida

Elezioni

Arrigoni: «Ma dobbiamo fare attenzione a Lega e sinistra, che alle Federali hanno raccolto più schede di noi»

A Chiasso il PLR vuole ribadire il suo ruolo guida
© CdT/Gabriele Putzu

A Chiasso il PLR vuole ribadire il suo ruolo guida

© CdT/Gabriele Putzu

Sereni sì, ma anche un po’ preoccupati. A Chiasso, feudo PLR, i liberali radicali hanno presentato la lista sapendo che quella del 5 aprile potrebbe essere un’elezione incerta. «Quattro anni fa alle Comunali - ha sottolineato il sindaco Bruno Arrigoni - avevamo raccolto 806 schede. L’anno scorso in aprile, per le Cantonali, il partito era sceso a 506 e poi in novembre per le Federali a 389. Lega e sinistra erano davanti a noi». Numeri che - pur tenendo in considerazione che si tratta di elezioni difficilmente paragonabili - fanno pensare. Il PLR ha dunque presentato una lista che è un po’ continuità (perché i due municipali uscenti vengono ripresentati) e un po’ novità. Capofila, come logico, sarà il sindaco uscente, che punterà chiaramente alla riconferma. In campo ci sarà anche la municipale Sonia Colombo-Regazzoni. «La voglia e l’entusiasmo di mettermi a disposizione - ha spiegato - è rimasta intatta e devo dire che la scorsa legislatura mi è piaciuta molto». A completare il quintetto PLR saranno il capogruppo in Consiglio comunale Luca Bacciarini (terzo di lista nel 2016), il consigliere comunale Christian Bruccoleri (studente universitario ed ex presidente dei giovani PLR del Mendrisiotto) e Davide Rampoldi (conosciuto sia come imprenditore che come docente della CPC di Chiasso). Già individuati 44 candidati per il Consiglio comunale. «Saranno presto 45» ha assicurato il presidente sezionale Davide Capoferri con una punta d’orgoglio.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Mendrisiotto
  • 1
  • 1