A Chiasso scompare il Saidara e arriva il Luxury

Luci rosse

Un nuovo locale erotico prende il posto del centro massaggi di via dei Pedroni - Il club è in attesa di ricevere l’autorizzazione, bloccata da un’opposizione, e utilizzare il piano superiore - In Ticino il settore è in fermento nonostante gli addetti ai lavori descrivano la crisi come senza precedenti

A Chiasso scompare il Saidara e arriva il Luxury
©CdT/Gabriele Putzu

A Chiasso scompare il Saidara e arriva il Luxury

©CdT/Gabriele Putzu

A Chiasso scompare il Saidara e arriva il Luxury

A Chiasso scompare il Saidara e arriva il Luxury

Quello dei locali a luce rosse in Ticino - nonostante (ma forse proprio a causa di) una crisi che gli addetti ai lavori descrivono come senza precedenti - è un mondo in fermento. Un mondo che tra l’altro proprio quest’anno, con l’introduzione della nuova legge sulla prostituzione, ha dovuto affrontare cambiamenti importantissimi. Ci sono rumor di nuove aperture e di allargamenti, litigi tra concorrenti a suon di opposizioni e ricorsi e pure voci riguardanti l’interessamento al mercato ticinese da parte di grandi gruppi svizzerotedeschi. L’ultima tessera del puzzle, in ordine temporale, è rappresentata a Chiasso dall’apertura del Luxury Lounge, locale a luci rosse che da pochi giorni (dal 31 luglio) sostituisce il Saidara, il centro massaggi in via dei Pedroni 3 che per anni, nel «red light...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Mendrisiotto
  • 1

    Abusò della figlia, condannato a 5 anni

    mendrisiotto

    L’imputato, a sua volta vittima di reati simili da parte del padre, era già finito sotto inchiesta nel 2010 ma le indagini avevano poi portato a un decreto d’abbandono - Arrestato a gennaio, da allora si trova dietro le sbarre

  • 2
  • 3

    Misure più incisive per i migranti problematici

    Chiasso

    Il Municipio scrive a Berna per domandare l’introduzione di sanzioni più severe nei confronti di chi si macchia di episodi di disturbo della quiete pubblica o infrange le regole - Un paio di richiedenti l’asilo sono già stati trasferiti altrove

  • 4
  • 5

    «Chiasso accolga profughi di Moria»

    Interrogazione

    A chiederlo al Municipio sono i consiglieri comunali del gruppo US e I Verdi Antonia Boschetti, Denise Maranesi, Francesca Bernasconi Bedulli e Piercarlo Bedulli

  • 1
  • 1