Il caso

Al Riva IV il tabellone non funziona, le istruzioni sono in cinese

I tifosi: «Ripicca del Comune, che non dà la corrente» - Il sindaco: «Problema fantozziano»

Al Riva IV il tabellone non funziona, le istruzioni sono in cinese
Foto Carlo Reguzzi

Al Riva IV il tabellone non funziona, le istruzioni sono in cinese

Foto Carlo Reguzzi

CHIASSO - Doveva essere la volta, o la partita buona, quella di ieri col Servette per vedere finalmente in funzione il nuovo tabellone elettronico installato al Riva IV. Un match di cartello per inaugurare quello che per la società dovrebbe essere un piccolo fiore all’occhiello, un gioiellino tecnologico di cui andare fieri. Invece, niente, appuntamento ancora una volta rimandato a data da destinarsi. Quale il motivo? Tra la tifoseria rossoblù non mancano teorie cospirative, più o meno fantasiose. Una si è però rapidamente diffusa, tanto da essere in qualche modo accreditata da un post comparso settimana scorsa sul sito Internet più seguito dai sostenitori dell’FC Chiasso. Ecco quanto pubblicato giovedì su www.ilmiochiasso.ch: «La partita in programma domenica pomeriggio al Riva IV potrebbe passare agli annali anche per l’inaugurazione del nuovo tabellone led. Il condizionale è tuttavia d’obbligo alla luce delle numerose «voci di corridoio» che sono iniziate a circolare nelle ultime ore. Il Municipio, che pare debba incassare ancora delle mensilità legate all’affitto dello stadio, potrebbe non erogare la corrente necessaria al funzionamento del display e la partita potrebbe quindi svolgersi senza il tanto atteso tabellone. Intanto, questa mattina due operai stavano lavorando al nuovo impianto... sperando che tutto si risolva al meglio e non si scada in inutili ricatti e ripicche che non possono far altro che ledere l’immagine del club prima e del Comune di Chiasso poi». Ben diversa la spiegazione del sindaco della cittadina di confine Bruno Arrigoni: «Il tabellone e la posa sono stati pagati dal club (direttamente o tramite loro sponsor). A mia saputa il problema è un altro, alla Ugo Fantozzi: le istruzioni per il funzionamento allegate erano scritte in cinese. Si aspettavano le istruzioni in inglese, che nel frattempo spero siano arrivate». Di certo, non in tempo per l’incontro di cartello di ieri. Almeno sul campo le cose cominciano ad andare un po’ meglio, come testimonia l’affermazione sulla compagine ginevrina.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

  • 1
Ultime notizie: Mendrisiotto
  • 1