IL FERMO

Arrestato in Italia il rapinatore di Novazzano

Si tratta di un 24.enne italiano, che sarebbe stato fermato dagli inquirenti nella sua abitazione di Olgiate

Arrestato in Italia il rapinatore di Novazzano
Rescue Media

Arrestato in Italia il rapinatore di Novazzano

Rescue Media

Arrestato in Italia il rapinatore di Novazzano

Arrestato in Italia il rapinatore di Novazzano

Arrestato in Italia il rapinatore di Novazzano

Arrestato in Italia il rapinatore di Novazzano

Arrestato in Italia il rapinatore di Novazzano

Arrestato in Italia il rapinatore di Novazzano

Arrestato in Italia il rapinatore di Novazzano

Arrestato in Italia il rapinatore di Novazzano

Arrestato in Italia il rapinatore di Novazzano

Arrestato in Italia il rapinatore di Novazzano

Arrestato in Italia il rapinatore di Novazzano

Arrestato in Italia il rapinatore di Novazzano

Arrestato in Italia il rapinatore di Novazzano

Arrestato in Italia il rapinatore di Novazzano

OLGIATE (aggiornata alle 18.14) - È durata solo poche ore la fuga del rapinatore di Novazzano. Come comunicano il Ministero pubblico e la Polizia cantonale l'autore della rapina avvenuta questa mattina al negozio annesso a un distributore di benzina è stato arrestato a Olgiate Comasco, in provincia di Como. Si tratta di un 24.enne cittadino italiano. È stato possibile risalire alla sua identità grazie al lavoro di indagine subito avviato da parte degli inquirenti della Polizia cantonale e alla collaborazione con le autorità italiane della fascia di confine.

L'uomo al momento della rapina è entrato nel negozio e, dopo aver minacciato con un taglierino la dipendente presente alla cassa, è riuscito ad appropriarsi del denaro, dandosi quindi alla fuga in sella a una bici. L'arresto è scattato a seguito di un mandato di cattura internazionale emesso dal Ministero pubblico. L'ipotesi principale di reato nei suoi confronti è quella di rapina. L'inchiesta è coordinata dal Procuratore pubblico Zaccaria Akbas.

Il rapinatore, si è appreso, era già noto alle forze di polizia. È stato sottoposto a perquisizione domiciliare: i carabinieri hanno trovato gli indumenti indossati durante il colpo, la bicicletta con la quale è fuggito, 670 euro e 50 franchi svizzeri in contanti. Inoltre, in un tombino vicino alla sua abitazione, è stato trovato il taglierino utilizzato per minacciare la cassiera.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

  • 1
Articoli suggeriti
Ultime notizie: Mendrisiotto
  • 1