Bertoli veste i panni del salvatore

Chiasso, DECS pronto a riconoscere un contributo per salvare la piscina scolastica

Bertoli veste i panni del salvatore

Bertoli veste i panni del salvatore

CHIASSO - Per salvare la piscina scolastica dalla scure dei tagli brandita dal Municipio locale scende ora in campo, o forse è più appropriato scrivere in acqua, il direttore del Dipartimento dell'educazione, della cultura e dello sport (DECS) Manuele Bertoli. Appresa la decisione dell'Esecutivo della cittadina, svelata dal Corriere del Ticino del 4 ottobre, di dismettere l'impianto balneare dal 1. luglio del 2019, il consigliere di Stato si è messo in moto per studiare delle alternative in grado di scongiurare il provvedimento. «Vorrei che il Cantone possa andare incontro al Comune di Chiasso. L'interesse di riconoscere un contributo c'è, anche per evitare problemi a noi» spiega Bertoli. In effetti, la chiusura della vasca inserita nello stabile al civico 1 di via Soave avrebbe ripercussioni negative pure per gli istituti scolastici cantonali presenti nell'area, scuola media in testa, che fanno parzialmente capo alle palestre comunali. Privandoli della piscina, gli allievi delle scuole comunali manifesterebbero un'accresciuta esigenza di occupazione delle palestre nelle ore di educazione fisica. Strutture che, già oggi al limite delle capacità di impiego, non sarebbero più in grado di soddisfare la richiesta proveniente pure dalle scuole di ordine cantonale. «Siamo confrontati con una penuria generale di infrastrutture, quindi – osserva il direttore del DECS – bisogna trovare una soluzione nell'interesse degli allievi per evitare problemi a partire dal settembre dell'anno prossimo».

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Mendrisiotto
  • 1
    Mendrisio

    Quel fiume che non si vede e che diventa magico per Natale

    Inaugurata l’installazione luminosa che in alternativa agli eventi in presenza farà compagnia alla popolazione durante le feste - È firmata da Nicola Colombo e riporta metaforicamente in superficie il Moree, che scorre sotto il centro del borgo - Luisoni: «È un modo per riflettere e guardare differentemente il territorio»

  • 2
    Arzo

    I bambini scrivono a chi ha ucciso tre animali

    Nei giorni scorsi nel quartiere mendrisiense due gatti e un cane sono morti a causa di bocconi avvelenati - Una classe delle Elementari ha scritto una lettera per esprimere il proprio disappunto e lanciare un appello

  • 3
    Commerci

    A Chiasso dopo il flop della tessera sconto, scatta la raccolta firme

    L’iniziativa promossa nei mesi scorsi dal Municipio come sostegno ai commerci locali non ha avuto il successo sperato, ora una petizione chiede di usare «il restante della somma» messa a disposizione per quel progetto per distribuire buoni di 20 franchi da spendere nella cittadina

  • 4
    Mendrisio

    Prima il risanamento, poi tre nuovi stabili

    Un progetto mira alla demolizione di tre vetusti edifici commerciali, previa rimozione di sostanze nocive in alcune strutture - Il piano edilizio è però solo la prima tappa di un disegno più ampio che porterà alla costruzione di tre nuovi grandi immobili «destinati ad uffici» in via Laveggio

  • 5
  • 1