Diatriba

Caso Comi: a Mendrisio il Municipio per ora attende

L’Esecutivo ha discusso (pare a lungo) della segnalazione presentata al Governo dal consigliere Stephani - Prima di prendere qualsiasi decisione si aspetteranno probabilmente risposte dalla Sezione Enti locali

Caso Comi: a Mendrisio il Municipio per ora attende
(foto Zocchetti)

Caso Comi: a Mendrisio il Municipio per ora attende

(foto Zocchetti)

C’era attesa oggi a Mendrisio per la possibilità che il Municipio prendesse posizione sulla diatriba tra il municipale Giorgio Comi (di Sinistra unita, a capo del dicastero Politiche sociali) e il consigliere dei Verdi Andrea Stephani, che ha presentato un’istanza al Governo - e un’interpellanza all’Esecutivo - in cui sosteneva che il municipale avrebbe approfittato della sua carica per favorire associazioni di cui fa parte.

Anche il leghista Massimiliano Robbiani aveva chiesto all’Esecutivo di sospendere Comi in attesa di risposte da parte, soprattutto, della Sezione enti locali (la SEL). Il Municipio ha discusso della questione a lungo, ma ha poi deciso di attendere. «Formalmente - ci ha spiegato il sindaco Samuele Cavadini - abbiamo unicamente preso atto dell’interpellanza e dell’istanza». Si attende dunque una presa di posizione della SEL per capire se l’operato di Comi è stato corretto. E l’Esecutivo risponderà in modo esaustivo alle domande poste da Stephani.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

  • 1
Ultime notizie: Mendrisiotto
  • 1