Cauto entusiasmo dell’ASTUTI per le modifiche delle FFS

L’associazione degli utenti dei trasporti pubblici accoglie positivamente i correttivi introdotti sulle tratte nel Mendrisiotto - Bernasconi: “Miglioreranno i collegamenti ma alcuni problemi di fondo restano”

Cauto entusiasmo dell’ASTUTI per le modifiche delle FFS

Cauto entusiasmo dell’ASTUTI per le modifiche delle FFS

CHIASSO - "È presto per dire quanto questa modifica influirà sui ritardi. L'aumento dei collegamenti in arrivo da nord fino a Chiasso, tuttavia, è già una prima vittoria". In estrema sintesi è questa la posizione dell'ASTUTI, la sezione ticinese di Pro Bahn Svizzera che raggruppa gli utenti dei trasporti pubblici, in merito ai correttivi apportati a partire da ieri dalle FFS su linee che viaggiano nel Mendrisiotto. Il malcontento per la carenza di linee dirette e per i ritardi aveva fatto nascere nei mesi scorsi una petizione che ha raccolto 2.700 firme. Ora le Ferrovie sono quindi corse ai ripari e hanno apportato, con effetto a partire da ieri, alcune sostanziali modifiche. Modifiche delle quali abbiamo parlato con Edy Bernasconi membro momò dell'ASTUTI per capire come l'associazione vede questi accorgimenti. «Anche se non completamente soddisfacente, il correttivo applicato dalle FFS è apprezzabile perché è stata così mostrata la volontà di ovviare ai disagi che si erano creati grazie in particolare al fatto che aumenterà il numero di treni in arrivo da nord con ultima fermata Chiasso», ha esordito Bernasconi. «Anche se il problema di fondo della carenza di collegamenti diretti tra il Mendrisiotto e il resto della Svizzera continua ad esserci, per ora ci accontentiamo dell'aumento dell'offerta per i passeggeri della regione sulla tratta Lugano-Chiasso». Gli InterCity che partendo dalla cittadina di confine proseguono oltre Gottardo e rispettivamente dalla Svizzera interna arrivano poi fino a Chiasso si limitano tuttavia a tre collegamenti al mattino e altrettanti alla sera, ricorda ancora il rappresentante dei passeggeri rifacendosi così anche al contenuto della petizione. In sostanza, ricapitola Bernasconi, «il passo avanti c'è stato, ma la situazione resta insoddisfacente».

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Mendrisiotto
  • 1