Centro profughi, opposizione di dubbia legittimità

La municipale Adriana Sartori avversa i piani per Pasture, ma forse non può farlo

Centro profughi, opposizione di dubbia legittimità

Centro profughi, opposizione di dubbia legittimità

BALERNA - Il Municipio, pur avendone piena facoltà, ha rinunciato ad opporsi alla realizzazione della prima fase del centro federale d'asilo (CFA) in zona Pasture; un passo che, a sorpresa, ha compiuto nei giorni scorsi una singola esponente dell'Esecutivo, la leghista Adriana Sartori, alla quale però difficilmente verrà riconosciuta, dal profilo legale, la legittimazione e quindi la possibilità di mettere in discussione l'esecuzione dell'opera. Infatti, le nuove norme in materia d'asilo restringono il novero dei soggetti autorizzati a presentare opposizione. Tra questi, oltre ai Comuni toccati dall'insediamento, nella fattispecie Balerna, Novazzano e Chiasso, figurano solo «le persone i cui interessi degni di protezione sono toccati dal progetto. Ciò presuppone correlazioni particolarmente strette con il progetto di costruzione. L'interesse degno di protezione può essere di natura giuridica o effettiva». Come fa sapere la Segreteria di Stato della migrazione (SEM), che ha messo in consultazione il progetto per Pasture, «tutti gli abitanti dei comuni interessati e i Comuni stessi possono presentare delle proposte». Proposte che vengono trattate alla stregua di osservazioni, senza che vi sia poi diritto ad impugnare l'eventuale approvazione dei piani da parte del Dipartimento federale di giustizia e di polizia.

Con ogni probabilità, quindi, l'atto di Sartori verrà evaso come proposta. Tra l'altro, quella della municipale di Balerna è l'unica opposizione presentata nei tre Comuni in cui la SEM ha messo in consultazione fino al 4 ottobre scorso la domanda di approvazione dei piani per ricavare nello stabile amministrativo delle FFS a Pasture un dormitorio da 220 posti per richiedenti l'asilo. Gli Esecutivi di Balerna e Novazzano si sono per contro limitati a chiedere una serie di garanzie concernenti la gestione della sicurezza dopo il varo del CFA.

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Mendrisiotto
  • 1
    Assemblea

    «Non facciamo come Lugano»

    Fiorenzo Dadò alla presentazione delle liste PPD per Chiasso ragiona sul futuro del partito: «Se perdiamo un seggio qui e a Lugano, mi chiedo chi avrà ancora voglia di lottare»

  • 2
  • 3
    Elezioni

    A Mendrisio Lega, UDC e UDF puntano al raddoppio

    Presentata la lista per il Municipio, composta dall’uscente Daniele Caverzasio, Massimiliano Robbiani, Benjiamin Albertalli, Simona Rossini, Nadir Sutter, Roberto Pellegrini e dall’ex procuratore federale Pierluigi Pasi

  • 4
  • 5
    evento

    Dopo la svolta green, Nebiopoli anticipa la festa

    Il carnevale si terrà due settimane in anticipo: dal 6 al 9 febbraio - Chiasso cavalca l’onda verde con il bicchiere riutilizzabile e altre misure per rendere più sostenibile la manifestazione

  • 1