Chiasso, città ritrovata: «C’era bisogno di centro»

Post lockdown

Riflessione con il sindaco Bruno Arrigoni su cosa abbiano significato la pandemia e le sue conseguenze per la cittadina di confine: «Abbiamo capito l’esigenza di stare insieme e abbiamo promosso interventi in questo senso. La risposta è stata molto positiva, quasi sorprendentemente»

 Chiasso, città ritrovata: «C’era bisogno di centro»
©CdT/Chiara Zocchetti

Chiasso, città ritrovata: «C’era bisogno di centro»

©CdT/Chiara Zocchetti

Lo si è detto più volte. Il lockdown e il periodo di confinamento hanno fatto rivalutare a molti l’importanza delle nostre città e degli spazi urbani. È stato così anche a Chiasso. «Abbiamo capito questa esigenza - ci spiega il sindaco Bruno Arrigoni - e abbiamo promosso, e in questo non siamo stati soli come Municipio, interventi per ridare al centro proprio quel ruolo di socialità». Interventi anche semplici, a volte quasi improvvisati e senza grandi budget, ma che hanno avuto successo. La gente ha risposto bene. Quasi meglio di quando la COVID non c’era. «La risposta - conferma Arrigoni - è stata molto positiva. Quasi sorprendentemente positiva». C’era voglia di tornare in strada, di sedersi tra i tavolini di un bar, di uscire la sera per guardare un film all’aperto (davanti al Cinema Teatro...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Mendrisiotto
  • 1

    Con un laser si può anche far precipitare un velivolo

    Il caso

    I piloti rischiano cecità temporanea, danni permanenti agli occhi e possono perdere pericolosamente l’attenzione quando volano a bassa quota - Tra gli 80 casi annunciati ogni anno all’UFAC, sono una decina gli attacchi con puntatori laser a danno delle Forze aeree

  • 2
  • 3

    Abusò della figlia, condannato a 5 anni

    mendrisiotto

    L’imputato, a sua volta vittima di reati simili da parte del padre, era già finito sotto inchiesta nel 2010 ma le indagini avevano poi portato a un decreto d’abbandono - Arrestato a gennaio, da allora si trova dietro le sbarre

  • 4
  • 5

    Misure più incisive per i migranti problematici

    Chiasso

    Il Municipio scrive a Berna per domandare l’introduzione di sanzioni più severe nei confronti di chi si macchia di episodi di disturbo della quiete pubblica o infrange le regole - Un paio di richiedenti l’asilo sono già stati trasferiti altrove

  • 1
  • 1