Chiasso si veste d’estate per provare a ripartire

Iniziativa

Per tutto il mese di agosto la zona pedonale di Corso San Gottardo verrà decorata con installazioni commerciali di negozi ed esercizi pubblici - Previsti anche «blablapoint» per parlare lingue straniere

Chiasso si veste d’estate per provare a ripartire
CdT/Chiara Zocchetti

Chiasso si veste d’estate per provare a ripartire

CdT/Chiara Zocchetti

Corso San Gottardo a Chiasso si veste d’estate: per tutto il mese di agosto la zona pedonale sarà decorata con installazioni commerciali di negozi ed esercizi pubblici che allargheranno le loro attività. Più spazio, insomma, e più vita per il centro della cittadina di confine. L’iniziativa fa parte di «Chiasso fuori», un progetto nato dalla collaborazione tra la Società commercianti Mendrisiotto e Gastro Mendrisiotto, sostenuta dal Comune di Chiasso e APEC con il coordinamento di Frequenze.

L’iniziativa è in linea con quanto deciso dal Consiglio comunale a fine giugno nell’ambito delle proposte contenute nel credito straordinario COVID-19 a sostegno dell’economia e dei commerci. Come spiega la capodicastero Economia Roberta Pantani, «l’idea di permettere a commerci ed esercizi pubblici di allargarsi sul corso, occupando maggiore spazio su suolo pubblico, è nata nei gruppi di lavoro che avevano elaborato il messaggio votato a giugno. Il Comune - continua - mette a disposizione il suolo pubblico gratuitamente».

Lo scopo è chiaramente sostenere la ripartenza economica dei commerci chiassesi. «Nasce dal desiderio - sottolinea Pantani - di ravvivare Corso San Gottardo dato che gli eventi previsti ad agosto sono stati cancellati a causa della pandemia». La concessione spazio pubblico dove esporre la propria merce attraverso un concetto uniforme riguarda per ora solo il Corso, ma Pantani non esclude che possa essere estesa ad altre zone della cittadina e nel tempo. «Siamo pronti a tenere in debita considerazione le richieste che arriveranno in Municipio, - dice - e a prolungare l’iniziativa fino all’inizio dell’autunno se dovesse funzionare».

Un «blabla» internazionale

L’allestimento della zona pedonale non è l’unica iniziativa prevista a Chiasso nel mese di agosto. Grazie alla collaborazione con culture_in_movimento, infatti, verranno installati dei «blablapoint»: sotto ombrelloni del Corso ci si potrà fermare per chiacchierare in inglese, russo, italiano e altre lingue. «Insomma - sottolinea Pantani - si potrà fare il giro del mondo restando a Chiasso!». Grazie alla presenza di persone di madre lingua straniera ciascuno potrà allenarsi in un idioma differente. Previsti, infine, anche dei giochi di strada quali campana e il gioco del mondo. «Tutti quei giochi che possono essere fatti all’aperto senza il rischio di assembramenti», conclude Pantani.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Mendrisiotto
  • 1

    Con un laser si può anche far precipitare un velivolo

    Il caso

    I piloti rischiano cecità temporanea, danni permanenti agli occhi e possono perdere pericolosamente l’attenzione quando volano a bassa quota - Tra gli 80 casi annunciati ogni anno all’UFAC, sono una decina gli attacchi con puntatori laser a danno delle Forze aeree

  • 2
  • 3

    Abusò della figlia, condannato a 5 anni

    mendrisiotto

    L’imputato, a sua volta vittima di reati simili da parte del padre, era già finito sotto inchiesta nel 2010 ma le indagini avevano poi portato a un decreto d’abbandono - Arrestato a gennaio, da allora si trova dietro le sbarre

  • 4
  • 5

    Misure più incisive per i migranti problematici

    Chiasso

    Il Municipio scrive a Berna per domandare l’introduzione di sanzioni più severe nei confronti di chi si macchia di episodi di disturbo della quiete pubblica o infrange le regole - Un paio di richiedenti l’asilo sono già stati trasferiti altrove

  • 1
  • 1