Coldrerio, il bottino poteva essere più alto

Pare ammonti tra i 200 e i 300 mila franchi il malloppo che si sarebbero portati a casa i delinquenti che questa notte hanno fatto esplodere un bancomat in via Mola

Coldrerio, il bottino poteva essere più alto
Gli agenti della scientifica del Forensisches Institut Zürich al lavoro a Coldrerio

Coldrerio, il bottino poteva essere più alto

Gli agenti della scientifica del Forensisches Institut Zürich al lavoro a Coldrerio

COLDRERIO - Pare ammonti tra i 200 e i 300 mila franchi il bottino che si sarebbero portati a casa i delinquenti che questa notte hanno fatto esplodere un bancomat in via Mola a Coldrerio (vedi suggeriti). A sostenerlo sono le prime indiscrezioni raccolte, secondo le quali il denaro presente nell'apparecchio sarebbe però stato molto di più. L'immediato allarme lanciato dai dispositivi di sicurezza ha tuttavia limitato i danni.

La strada, che taglia il centro del paese collegando via San Gottardo con via San Giorgio, è stata chiusa al traffico per tutta la mattina per permettere l'intervento degli agenti della scientifica del Forensisches Institut Zürich, che solo in tarda mattinata hanno ripulito la via antistante la banca dai frammenti del dispositivo che l'esplosione ha lanciato per alcuni metri.

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Mendrisiotto
  • 1
    Mendrisio

    «Allora ci volete davvero?» I retroscena della fusione

    Vent’anni fa ci fu il primo passo di un progetto aggregativo che ha fatto la storia dell’Alto Mendrisiotto: il primo «sì» alla fusione tra Mendrisio e Salorino attorno al tavolo di un ristorante – Con Carlo Croci ripercorriamo quel fatidico periodo tra aneddoti, difficoltà e successi

  • 2
    Mobilità

    Il calvario che apre la via alla Chiasso del futuro

    Nel centro della cittadina in ottobre inizierà un cantiere che si protrarrà per quasi un anno - Le opere implicheranno chiusure stradali e modifiche alla viabilità che provocheranno sensibili disagi - Il Comune cercherà di minimizzarli, per farlo ha ad esempio deciso la riapertura del parcheggio ex Comacini

  • 3
  • 4
    Concorso

    La Parrocchia di Balerna vende terreni pregiati

    L’operazione gestita dalla Fondazione ecclesiastica San Vittore martire mira a incamerare 4,3 milioni di franchi da reinvestire nell’ammodernamento di altri stabili di proprietà nel centro del paese – Don Ministrini: «Non è assolutamente un’iniziativa speculativa, ha avuto l’avallo della Curia vescovile»

  • 5
  • 1