«FeSTI» sostiene il progetto momò SportAcademy

Società

La neonata associazione mantello delle principali Federazioni agonistiche ticinesi appoggia la ricerca di fondi per l’iniziativa che vuole far fronte alla carenza di spazi tra Mendrisiotto e Basso Ceresio

«FeSTI» sostiene il progetto momò SportAcademy
FeSTI è formata dalle otto principali associazioni sportive ticinesi, ed è presieduta da Loris Galbusera (il quarto da sinistra), qui in compagnia degli altri numeri 1 delle varie federazioni.

«FeSTI» sostiene il progetto momò SportAcademy

FeSTI è formata dalle otto principali associazioni sportive ticinesi, ed è presieduta da Loris Galbusera (il quarto da sinistra), qui in compagnia degli altri numeri 1 delle varie federazioni.

Nel Mendrisiotto è entrata nel vivo la campagna di ricerca fondi per un progetto polisportivo, nato per volontà di diverse associazioni sportive, denominato SportAcademy. La collaborazione è tra associazioni di varie discipline (ginnastica, arti marziali, alpinismo) e «costituisce un ottimo esempio di come lo sport si possa unire per raggiungere obiettivi che singolarmente sarebbero difficili da concretizzare» sottolinea FeSTI, la neocostituita associazione mantello che unisce le otto più grandi Federazioni sportive ticinesi, ed è presieduta da Loris Galbusera, alla testa della Ginnastica cantonale. Che ricorda come il progetto sia importante per la regione Mendrisiotto e Basso Ceresio e costituisca una risposta immediata alla mancanza di spazi. La struttura attrezzata adeguatamente per le discipline precedentemente menzionate, spiegano i promotori, è aperta anche ad accogliere istituti scolastici e/o altri gruppi/associazioni della regione.

La procedura avanza
«Ad oggi le associazioni, malgrado la situazione pandemica e le oggettive difficoltà che un progetto di questo calibro possono portare, sono riuscite ad ottenere la licenza edilizia ed il terreno sul quale costruire, grazie alla città di Mendrisio», spiega FeSTI. Il valore del progetto è quindi riconosciuto a più livelli, e si auspica che questo sostegno possa continuare fino alla realizzazione dell’opera. Per altre informazioni in merito, sul sito www.sportacademy.team la fondazione SportAcademy ha pubblicato le informazioni e peculiarità del progetto. L’iniziativa, come anticipato, è appoggiata dal citato nuovo organismo che unisce le otto più grandi Federazioni sportive ticinesi (disco su ghiaccio, sci, ginnastica, calcio, pallacanestro, podismo e corsa d’orientamento, atletica leggera, nuoto).

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Mendrisiotto
  • 1

    Profonda spaccatura a Riva sul progetto per il lido

    In commissione

    Sia nella Gestione sia nelle Opere pubbliche i propositi del Municipio vengono sostenuti unicamente dal PPD, mentre sono contrarie tutte le altre forze politiche - Il Consiglio comunale dovrà pronunciarsi su una richiesta di credito di 170.000 franchi

  • 2

    I sacchetti ecologici per gli escrementi dei cani sono ancora troppo cari

    Le cifre

    Almeno per il Municipio di Mendrisio: ne mette a disposizione annualmente mezzo milione di involucri nei vari distributori pubblici – Quelli attuali di colore rosso non sono biodegradabili: utilizzare buste in bioplastica costerebbe quasi quattro volte di più, da 3.700 a oltre 14.000 franchi all’anno

  • 3

    Se riapre il battistero si chiude la Collegiata di Balerna

    Restauri

    Dopo Pasqua inizieranno i lavori per il risanamento interno della chiesa: per 2-3 anni le cerimonie religiose si terranno nel vicino e rinnovato edificio cinquecentesco - All’asta una proprietà della Parrocchia per contribuire alla copertura dei circa 4 milioni necessari per la globalità degli interventi

  • 4

    Chiasso ancora più giù, Mendrisio tiene

    Demografia

    I dati di fine anno dicono che la cittadina di confine continua a perdere abitanti (-183) - Nel capoluogo si nota una decrescita nei quartieri della Montagna e un aumento in quelli sul piano

  • 5

    Mendrisio e Stabio pensano ai piccoli animali

    AMBIENTE

    I due Comuni si sono rivolti all’USTRA e all’UFT per ripristinare e riparare le reti esistenti e allestire un progetto per la realizzazione di corridoi faunistici sulla superstrada A394

  • 1
  • 1