Mendrisio

I 10 mila della Festa della Musica hanno fatto pulsare il borgo

La manifestazione cresce in ogni senso: quest’anno è durata due giorni e ha raccolto 10 mila spettatori - Inaugurata così anche piazza del Ponte asfaltata appena il giorno prima - LE FOTO E IL VIDEO

I 10 mila della Festa della Musica hanno fatto pulsare il borgo
Foto Putzu

I 10 mila della Festa della Musica hanno fatto pulsare il borgo

Foto Putzu

I 10 mila della Festa della Musica hanno fatto pulsare il borgo
La musicista Mattiska.

I 10 mila della Festa della Musica hanno fatto pulsare il borgo

La musicista Mattiska.

I 10 mila della Festa della Musica hanno fatto pulsare il borgo
La Big Bang Family in piazzetta Fontana.

I 10 mila della Festa della Musica hanno fatto pulsare il borgo

La Big Bang Family in piazzetta Fontana.

I 10 mila della Festa della Musica hanno fatto pulsare il borgo
I Five Quarters in piazza del Ponte.

I 10 mila della Festa della Musica hanno fatto pulsare il borgo

I Five Quarters in piazza del Ponte.

I 10 mila della Festa della Musica hanno fatto pulsare il borgo
Marko Miladinovic e Filippo Zanoli in corso Bello.

I 10 mila della Festa della Musica hanno fatto pulsare il borgo

Marko Miladinovic e Filippo Zanoli in corso Bello.

I 10 mila della Festa della Musica hanno fatto pulsare il borgo

I 10 mila della Festa della Musica hanno fatto pulsare il borgo

MENDRISIO - La minaccia di pioggia e il termine dei lavori di piazza del Ponte a ridosso della manifestazione («consegnata» venerdì a mezzogiorno) hanno creato qualche incognita, ma la forza delle musica le ha spazzate via tutte.

Record di numeri

La sesta edizione della Festa della Musica di Mendrisio si è conclusa con un successo senza precedenti, rappresentato dall’immagine di una piazza viva, pulsante e che mai prima d’ora aveva accolto così tante persone. Si stima siano arrivate intorno alle 10 mila persone spalmate sulle due sere. Nell’arco di poco meno di 36 ore, venerdì sera e sabato, quasi 40 band si sono succedute sui palchi del nucleo storico di Mendrisio, alla Filanda e al Bar Enigma di Rancate.

I 10 mila della Festa della Musica hanno fatto pulsare il borgo

Lo spettacolo di venerdì sera, di grande impatto musicale e scenografico, l’artista bernese Jessiquoi ha accompagnato il pubblico in un viaggio di suoni e luci. La serata di “warm up” ha lanciato la giornata di sabato. Sabato, le vie del nucleo hanno iniziato a riempirsi già dal primo pomeriggio, segno che il formato dell’evento - con palchi attivi a partire dalle 16.30 - si è consolidato nel corso degli anni. Dall’infuocata esibizione delle Velvet Two Stripes in corso Bello, si è passati a momenti più intimi in piazzetta Fontana con le incredibili voci di Animor e Mattiska. Piazzetta Borella e piazza del Ponte hanno invece vibrato sulle note dei Šuma Čovjek, di Elias Bertini e dei Pedestrians, gruppo d’Oltralpe che ha chiuso la manifestazione. Per dire solo alcuni nomi dei protagonisti di questa edizione che, in generale, ha avuto un alto livello di gradimento su tutti i palchi, compresi la festosa Corte dei Pompieri e quelli di Musica classica.

Nessun disagio in termini di sicurezza

Sul fronte della sicurezza non si segnalano interventi di polizia o soccorritori. Il clima respirato in questa manifestazione gratuita e aperta a tutti è stato infatti sereno.

L’evoluzione dei lavori in piazza del Ponte è stato seguito con attenzione. Anche di fronte ad un cantiere che sembrava “Infinito” come il titolo dell’opera dell’artista ONZGI, scrivono gli organizzatori, che non si sono persi tuttavia d’animo e hanno affrontato con filosofia ed ironia una situazione che sarebbe potuta diventare problematica. L’hashtag #asfaltiamola, riferito proprio al termine dei lavori, lanciato a pochi giorni dall’evento, è infatti diventato un piccolo caso, seguito e rilanciato dalla popolazione di Mendrisio, anch’essa curiosa di vedere il nuovo volto di piazza del Ponte. Il Comitato della Festa della Musica tiene però ad esprimere la propria riconoscenza agli operai che hanno lavorato intensamente per concludere in tempo l’asfaltatura.

Il battesimo di questo nuovo spazio spinge a valutazioni sulle infrastrutture dell’intero festival. Già in queste ore è iniziata una riflessione sulle migliorie da apportare in vista del prossimo anno. La macchina organizzativa è in continuo movimento.

La settima edizione della Festa della Musica di Mendrisio è prevista dal 26 al 27 giugno 2020.

Loading the player...
©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

  • 1
Ultime notizie: Mendrisiotto
  • 1