Il car pooling pigia sul gas

Mobilità

All’inizio del 2021 si concretizzerà un progetto pilota che metterà a disposizione una quindicina di aree in cui posteggiare l’auto e ripartire condividendo il mezzo con altri frontalieri - L’invito di Zali a 144 aziende del Sottoceneri

Il car pooling pigia sul gas
© CdT/Chiara Zocchetti

Il car pooling pigia sul gas

© CdT/Chiara Zocchetti

C’è posta per i frontalieri. O meglio, per i loro datori di lavoro.

Il Dipartimento del territorio a inizio mese ha inviato 144 lettere ad altrettante aziende di medio-grandi dimensioni (con almeno 50 collaboratori) del Mendrisiotto e del Luganese. L’obiettivo? Presentar loro - che danno impiego a un totale di 15-20.000 persone - un progetto pilota che prenderà avvio concretamente a inizio 2021 ma a cui diversi partner dai due lati del confine lavorano da tempo.

La convinzione di Zali

Si chiama WP8 ma di complicato ha solo il nome. Il progetto - che in realtà è un sottoprogetto del piano SMISTO - «si prefigge di mettere a disposizione dei frontalieri delle aree di sosta in territorio italiano in cui parcheggiare e ripartire verso il luogo di lavoro su un’auto con due o più occupanti o, in alternativa,...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Mendrisiotto
  • 1
  • 1