Il primo Guggen Show per un Giovedì Grasso open air

Riva San Vitale

Sei guggen si esibiranno sotto le stelle per dare vita alla prima edizione di un evento nato «per dare al Mendrisiotto l’apertura del carnevale che merita»

Il primo Guggen Show per un Giovedì Grasso open air
© CdT/Chiara Zocchetti

Il primo Guggen Show per un Giovedì Grasso open air

© CdT/Chiara Zocchetti

L’idea è nata quasi un anno fa ed è ed decollata in poche settimane. Tutte le guggen a cui è stato illustrato il progetto hanno infatti avuto una reazione entusiasta.

A spiegare la genenesi di quello che accadrà giovedì 20 febbraio a Riva San Vitale sono stati ieri, nel corso di una conferenza stampa, i presidenti del carnevale rivense Ul Racula Roberto Poma e della Riva de Janeiro Vladimiro Sciammarella, che si sono occupati dell’organizzazione dell’evento.

Mezz’ora per tutti

La sera del 20 febbraio la piazza di Riva accoglierà il primo Guggen Show, una sorta di open air per guggen. Su un palco allestito per l’occasione si alterneranno sei formazioni musicali carnascialsche, dalle 20.20. Ognuna avrà mezz’ora di tempo per «divertirsi e far divertire», ha sottolineato Sciammarella, e far conoscere la sua musica e le sue coreografie. Ad esibirsi saranno Riva de Janeiro, Kit & Kat Band, Spacatimpan, Can & Gat Carnevale Band, Rigatoni Dance Band e Ganasa Guggen Band.

Ma come è nato il progetto? Roberto Poma ha svelato che si è voluto «trasformare lo spostamento del Nebiopoli in un’occasione. La serata del Giovedì Grasso è restata scoperta e abbiamo pensato di dare al Mendrisiotto l’apertura del carnevale che si merita».

Il Guggen Show sarà preceduto dal corteo dei bambini delle scuole comunali (alle 19.30) e dalla consegna delle chiavi ai regnanti rivensi (a Riva San Vitale i festeggiamenti carnascialeschi si protrarranno per 7 giorni). Il corteo si terrà solo in caso di bel tempo, il Guggen Show se il meteo non sarà clemente si terrà al capannone in piazzale a lago.

Alla ricerca di una casa

Il desiderio è anche quello di valorizzare il lavoro delle guggen. Ciò che vediamo durante il carnevale è infatti frutto di lunghe prove e grande impegno. A tal proposito Sciammarella ha toccato un tasto dolente: «Siamo restati senza un luogo dove provare, trovarlo non è per nulla semplice».

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Mendrisiotto
  • 1

    Valera: promozione con riserve

    pianificazione

    Dopo la pubblicazione del rivisto Piano di utilizzazione da parte del Governo, il futuro del comparto momò di 18 ettari sembra ormai a un solo passo

  • 2
  • 3
  • 4

    La Villa vescovile aspetta il suo sovrano

    Balerna

    Lo storico edificio resta in attesa di potenziali interessati ma l’impresa non è semplice: i costi di ristrutturazione sono ingenti e vanno rispettati i vincoli dettati dall’Ufficio dei beni culturali - Intanto il coronavirus congela il cantiere per le tre palazzine firmate Botta

  • 5

    Cantieri sincronizzati ma senza una data

    Monte Generoso

    Il progetto per il risanamento di 5,5 chilometri di strade forestali sulle pendici della montagna subirà un ritardo a causa del coronavirus, forse di un anno - Mendrisio nel frattempo chiede 3 milioni per un cantiere parallelo, che sarà coordinato con il primo

  • 1
  • 1